Scroll to Top

Addio alla carta d’identità cartacea: arriva quella elettronica con le impronte digitali

La richiesta dovrà essere presentata dal cittadino all’ufficio anagrafico del Comune di residenza e verrà rilasciata entro i 6 giorni lavorativi. Nella CIE ci saranno le impronte digitali e la possibilità, solo per i maggiorenni, di indicare la propria scelta relativa alla donazione degli organi

Addio alla carta d’identità cartacea: arriva quella elettronica con le impronte digitali

Finalmente arriva la nuova carta d’identità elettronica. Si tratta di un progetto atteso da circa 20 anni e sottoscritto in decreto il 23 dicembre 2015. Nel nuovo documento ci saranno le impronte digitali e ognuno avrà la possibilità di indicare la sua scelta sulle donazioni degli organi. Il decreto, fortemente voluto dal ministero dell’Interno, insieme ai ministeri di Pubblica Amministrazione ed Economia, è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale con tutte le regole di emissione della norma previste dal Dl Enti Locali. Nel nuovo documento elettronico (CIE), realizzato con le tecniche tipiche delle carte valori e munito di un microprocessore per la memorizzazione dei dati necessari per la verifica del titolare della carta d’identità, oltre alle impronte digitali e la possibilità per i maggiorenni di decidere di donare o meno gli organi, ci sarà anche un Pin per l’accesso ai servizi online dedicati. Il piano per il rilascio della CIE sarà graduale, e la richiesta dovrà essere presentata dal cittadino all’ufficio anagrafico del Comune di residenza. I residenti all’estero dovranno invece presentarla al Consolato. A quel punto Comune o Consolato acquisiranno direttamente dal richiedente gli elementi necessari per il nuovo documento: elementi biometrici primari e secondari, firma e, solo per i maggiorenni, il dato facoltativo riguardo alla volontà di donare organi e tessuti in caso di morte.

Le carte d’identità cartacee resteranno valide fino alla scadenza – Inoltre, qualora il cittadino volesse modificare la scelta relativa alla donazione degli organi, potrà farlo semplicemente contattando l’Asl di appartenenza, le aziende ospedaliere, gli ambulatori di medicina generale o i Centri regionali per i trapianti. Il documento verrà rilasciato entro i 6 giorni lavorativi dalla richiesta, e le carte d’identità in formato cartaceo, così come quelle elettroniche già rilasciate, saranno valide fino alla data di scadenza.



Leggi anche: