Scroll to Top

Alessandria shock: orco arrestato per aver violentato vicina di casa 13enne e disabile

L’uomo 45enne abusava della vicina 13enne con un parziale deficit mentale, le aveva anche regalato un completino intimo. Ad avviare le indagini dei Carabinieri diverse segnalazioni di altri vicini, seguite poi da un interrogatorio alla ragazza che hanno portato all’arresto dell’uomo già noto alle forze dell’ordine

Alessandria shock: orco arrestato per aver violentato vicina di casa 13enne e disabile

Aveva abusato più e più volte della giovane 13enne disabile, con un parziale deficit mentale. È la vicenda che si è svolta a Ovada (Alessandria), nel Piemonte, dove l’uomo 45enne è stato arrestato dai Carabinieri della cittadina con l’accusa di aver violentato la vicina minorenne e invalida. Secondo le prime indagini, l’uomo, sfruttando le condizioni della ragazzina, l’aveva portata in luoghi isolati o alle volte proprio nella sua abitazione, minacciandola di far rimanere i loro incontri un segreto tra di loro, senza dir nulla ai genitori, né ad amici o insegnanti, né a nessun altro. La minorenne, paurosa di ulteriori ritorsioni sui suoi cari o su di lei, ha sempre obbedito e così veniva ripetutamente violentata dall’orco. Le indagini sono iniziate durante lo scorso dicembre, quando molti dei vicini dello stesso condominio che si trova nel pieno centro della città, si sono accorti di quanto l’uomo 45enne, originario di Ovada, desse molte attenzioni alla ragazzina, notando anche il suo comportamento anomalo. Inoltre, proprio la giovane con disturbi mentali, aveva fatto trapelare alcune informazioni ai genitori, svelando quello che succedeva nella palazzina.

Foto in intimo
A quel punto le forze dell’ordine hanno iniziato ad indagare. In un primo momento è stata ascoltata la ragazzina, con il personale adeguato e specializzato facente parte dei Carabinieri che sono riusciti a far raccontare tutto alla ragazza, che ha spiegato come il 45enne le desse molte attenzioni, facendole anche diversi regali. Gli accertamenti hanno condotto dapprima al riconoscimento, da parte della minorenne, dei luoghi in cui subiva le violenze tramite foto, poi si è passati agli esami clinici sulla stessa ragazza che hanno confermato sia gli avvenuti rapporti sessuali, sia il terribile sospetto di molti. I Carabinieri hanno proseguito con la perquisizione del 45enne, sia personale che domiciliare, e l’ultima conferma è avvenuto tramite lo smartphone dell’uomo: sono state trovate molteplici foto della minorenne con un completino intimo, che è risultato essere uno dei regali che il vicino, ossessionato dalla ragazza, le aveva comprato. E’ stata eseguita così, un’ordinanza di custodia cautelare emessa proprio dalla Procura e dal tribunale di Alessandria. Il vicino era già noto alle forze dell’ordine, ed ora si trova nel carcere di Alessandria per violenza sessuale aggravata.



Leggi anche: