Scroll to Top

Allerta intossicazione alimentare da tonno: 40 casi negli ultimi giorni

Registrati quaranta casi di intossicazione alimentare da tonno in Spagna, ma è allerta anche in Italia: ordinato dalle autorità sanitarie spagnole il ritiro del prodotto di cui lotti inviati anche in Italia, Germania e Portogallo

Allerta intossicazione alimentare da tonno: 40 casi negli ultimi giorni

Le autorità sanitarie spagnole hanno deciso il ritiro dal commercio del tonno prodotto dalla società andalusa Garciden dopo che negli ultimi giorni sono stati registrati 40 casi di intossicazione alimentare da tonno. Allerta anche in Italia: l’agenzia di stampa Efe ha fatto sapere che la società aveva inviato lotti anche in Italia, Germania e Portogallo. «Il ministero della sanità», evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’, «ha invitato le persone che hanno comprato tonno fresco fra il 25 aprile e il 5 maggio a verificare se si tratta di pesce venduto dalla società Garciden, che conterrebbe dosi più alte di istamina».

 alt="Allerta intossicazione alimentare da tonno: 40 casi negli ultimi giorni"

«Il tonno Garciden venduto in questo periodo», precisa l’Autorità della sicurezza alimentare spagnola (Aecosan), «non deve essere consumato in alcuna forma di preparazione culinaria in quanto la istamina resiste a tutti i processi termici». Nessuna delle 40 persone risultate intossicate ha dovuto essere ricoverata. Sono stati casi senza gravità, con irritazione alla gola o della pelle, sudore, nausea, vomito o cefalee.



Leggi anche: