Scroll to Top

Allerta meteo rientrata, Sampdoria-Inter si giocherà. Mancini attacca i giornalisti

Rientrata l’allerta meteo a Genova che in un primo momento aveva fatto pensare ad un rinvio per Sampdoria-Inter. In conferenza stampa l’allenatore nerazzurro attacca i giornalisti: «Scrivono, ma non sanno quello di cui parlano»

Allerta meteo rientrata, Sampdoria-Inter si giocherà. Mancini attacca i giornalisti

Il match tra Sampdoria e Inter in programma per oggi con calcio di inizio previsto per le 15 alo stadio ‘Marassi’ di Genova ha seriamente rischiato di essere rinviato a lunedì causa allerta meteo. Nella giornata di ieri la Protezione Civile aveva infatti fatto scattare l’allarme prolungando fino al pomeriggio del 3 ottobre l’allerta meteo visto che le condizioni atmosferiche venivano date in peggioramento sulla costa ligure. Stando alle previsioni il maltempo sarebbe dovuto prolungarsi fino a oggi tanto che l’Inter aveva deciso di posticipare la partenza per Genova dopo la cena ad Appiano, per capire se realmente fosse il caso di partire o restare a Milano. Nel pomeriggio duro attacco del mister nerazzurro Roberto Mancini in conferenza stampa nei confronti dei giornalisti in merito alla sconfitta casalinga della scorsa giornata con la Fiorentina: «I giornalisti – tuona l’allenatore dell’Inter – scrivono, ma non sanno quello di cui parlano. Non è questo il fatto. I giocatori sono sempre undici in campo. Non si perde per il modulo. Si perde perché gli avversari giocano meglio o perché si fanno degli errori. In Italia si parla sempre delle stesse cose, ma sono particolari che non incidono. Incidono le giocate, gli errori». Poi una domanda sarcastica: «Ma le rivedete le partite?». «Io sinceramente non mi preoccupo per quello che scrivono: io non sono preoccupato perché uno critica me perché ho cambiato il modulo o perché faccio giocare uno oppure l’altro. Voi dovete scrivere, fate il vostro lavoro, ma io non cambio le mie scelte. Certi commentatori dovrebbero prepararsi di più, rivedere le partite e verificare quello che dicono». Inoltre, spiega ancora Mancini «se si riguarda la parita, il risultato è assurdo. Non c’è stato un approccio sbagliato. E’ forse il miglior match che abbiamo fatto. Ci sono stati 30′ di grande equilibrio, poi un errore, il rigore e l’espulsione han deciso tutto. La sconfitta lascia solo che abbiamo perso un giocatore importante come Miranda. Qundici punti in sei partite non sono male. Tranne il risultato, del match con la Fiorentina salvo tutto. Tatticamente abbiamo cambiato solo Perisic e l’abbiamo messo a destra, sperando di poter trovare più spazio da quella parte».

«Samp buona squadra, ma siamo sempre noi i primi in classifica»
Riguardo la sfida contro la sua ex squadra, la Samp, Mancini ha detto che secondo lui «il nuovo presidente sta facendo bene». «Come Zenga anche io ho giocato tanti anni alla Samp ed è sempre una gara speciale per me. Ma ormai sono passati tanti anni». La Sampdoria attuale «è una squadra buona, con degli attaccanti forti che possono sempre risolvere il match con le loro qualità» ma noi «stiamo bene, mi sembra che siamo sempre primi in classifica».

Sampdoria-Inter: Probabili formazioni

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Pereira, Moisander, Zukanovic, Mesbah; Barreto, Fernando, Ivan; Soriano; Eder, Cassano. Allenatore: Walter Zenga.

Inter (4-3-3): Handanovic; Santon, Ranocchia, Murillo, Juan Jesus; Medel, Felipe Melo, Kondogbia; Perisic, Ljajic, Icardi. Allenatore: Roberto Mancini.



Leggi anche: