Scroll to Top

Ancona, follia sulla superstrada: litiga con la moglie, la fa scendere e si schianta contro tir

Abbandona la moglie in una piazzola di sosta dopo un violento litigio, si schianta contro un’altra vettura ferendo il conducendo e prendendo a pugni un soccorritore. Dopo ruba un furgone e invade la corsia di marcia opposta mentre sopraggiunge un tir: 40enne di Chiaravalle morto sul colpo

Ancona, follia sulla superstrada: litiga con la moglie, la fa scendere e si schianta contro tir

Attimi di terrore sulla Ss 76 Ancona-Roma, nel tratto tra Monteroberto e Genga, dove giovedì 7 gennaio un uomo di 40 anni è andato in escandescenza per motivi non rinvenuti ed è morto andandosi a schiantare con la sua auto su un tir, forse volontariamente. La vittima, protagonista di una serie di incidenti e azioni incomprensibili, è Moreno Mammoli, 40enne di Chiaravalle ma originario di Agugliano, nelle Marche. Secondo la ricostruzione dei fatti Moreno era alla guida di un mini suv della Renault e stava viaggiando insieme alla moglie. Tra i due coniugi un pesantissimo alterco che probabilmente ha segnato la sorte di Mammoli. L’uomo sarebbe andato in escandescenza e non ci ha pensato due volte prima di far scendere la moglie dall’auto e abbandonarla in una piazzola di sosta all’altezza di Monteroberto. Pochi attimi e, ancora in preda all’ira, si è schiantato contro un’altra vettura, una Fiat 500, ferendo il conducente. Alcuni testimoni hanno raccontato che erano le 13:30 circa quando l’autista di un furgone Citroen si è fermato per prestare soccorso, rimanendo a sua volta ferito. Mammoli infatti lo ha colpito violentemente con un pugno in faccia, e non contento, gli ha rubato il furgone per continuare la sua corsa a tutta velocità come se nulla fosse accaduto. Forse aveva già in mente di farla finita, o forse era solo fuori di sé, fatto sta che all’altezza di Genga (al km 29), alla guida del furgone rubato, ha invaso la corsia di marcia opposta proprio mentre sopraggiungeva un tir. Il camionista è rimasto illeso, mentre il 40enne marchigiano è morto sul colpo.

La sede stradale riaperta al traffico dopo ore e ore di lavoro – A causa dell’incidente l’Anas ha comunicato che la strada statale 76 della Val d’Esino sarebbe stata chiusa al traffico in entrambe le direzioni nel comune di Genga, in provincia di Ancona, fino a nuovo ordine. Intervenuta sul posto, la polstrada, con tre pattuglie da Fabriano e Jesi, ha aiutato i vigili del fuoco e il personale dell’Anas a rimuovere i mezzi incidentati. Dopo ore di lavoro la sede stradale è stata ripulita completamente e la viabilità tornata alla normalità.



Leggi anche: