Scroll to Top

Apple mette in palio 200mila dollari per gli hacker che troveranno falle nel sistema

L’azienda di Cupertino ha avviato il programma “Bug Bounty” mettendo in palio 200mila dollari per tutti gli hacker che riusciranno ad individuare delle falle nel sistema di Apple. Ovviamente, è un invito aperto solamente ai migliori, che non avranno difficoltà a muoversi nel mondo virtuale

Apple mette in palio 200mila dollari per gli hacker che troveranno falle nel sistema

E’ una notizia che farà drizzare sicuramente le antenne a molti, quella diffusa dalla Apple: l’azienda di Cupertino ha infatti approntato il programma “Bug Bounty”, rivolto a tutti quegli hacker in grado di trovare qualche errore di scrittura nel codice sorgente di un software o un errore di progettazione. Ultimamente, infatti, sono aumentati i bug all’interno dei sistemi delle migliori aziende di Internet, le quali stanno riparando ricorrendo sistematicamente agli hacker per premunirsi; Mozilla, Google, Microsoft e adesso Apple, tutti hanno bisogno di qualcuno che sfidi la presunta inaccessibilità del sistema informatico. Ma il programma di Apple prevede anche una serie di buone retribuzioni per gli hacker migliori che riusciranno nell’impresa: fino a 200mila dollari per scoprire la vulnerabilità dei bug per i firmware dell’avvio sicuro, che di solito viene infranto per primo nella linea di difesa del dispositivo.

Un invito per tutti gli hacker
Non solo, sono stati promessi 100mila dollari per la protezione dei materiali protetti dal sistema “Secure Enclave Processor”; 50mila dollari per chi riuscirà ad accedere ai dati della clientela che utilizza il programma iCloud e per chi troverà modo di operare sui codici arbitrari con privilegio Kernel; infine, una retribuzione di 25mila dollari per chiunque scoprirà i bug che consentono l’accesso alle tecnologie utilizzate per la protezione delle pagine Browser. Il programma si attiverà integralmente a settembre, nel frattempo Apple ha diramato l’invito solo agli hacker considerati più in gamba per ottenere la partecipazione dei migliori e solamente a settembre l’intero programma sarà accessibile a tutti i programmatori. Quindi, cari hacker, rimanete informati e in contatto con Cupertino.



Leggi anche: