Scroll to Top

Asti, tragedia ad una festa: 26enne annega in piscina. Gli amici: “Pensavamo scherzasse”

Per errore si tuffa dal lato più profondo della piscina, e non sapendo nuotare annega davanti agli occhi degli amici: morto barista cinese di 26 anni, salvata in extremis la fidanzata 22enne. Soccorso troppo tardi dai presenti: «Pensavamo scherzasse». Al momento nessun indagato

Asti, tragedia ad una festa: 26enne annega in piscina. Gli amici: "Pensavamo scherzasse"

Non sapeva nuotare e, tuffandosi per errore nella parte della piscina di amici dove non si toccava, è annegato davanti agli occhi di tutti i presenti che, credendo stesse scherzando, non si sono tuffati subito per salvarlo. È successo a Revigliasco d’Asti durante una festa privata, domenica pomeriggio. Secondo la ricostruzione dell’accaduto, su cui indagano i carabinieri della Radiomobile di Asti, pare che il 26enne Zhang Chenghao, questo il nome della vittima, barista nel caffè «Napoleon» di via Nizza 21, sia stato invitato insieme alla sua fidanzata ad una festa privata, organizzata da alcuni amici torinesi che nel piccolo comune astigiano hanno una seconda casa con una piscina larga circa tredici metri il cui pavimento diventa progressivamente sempre più profondo, e forse per errore, o perché non sono stati informati della profondità della piscina, entrambi si sarebbero tuffati dal lato sbagliato: il giovane cinese, non sapendo nuotare, è annegato prima che potessero arrivare i soccorsi, la fidanzata, 22 anni, e anche lei di origini cinesi, è stata invece rianimata e salvata in extremis. Sulla vicenda indagano i militari del Nucleo Radiomobile di Asti insieme ai colleghi della stazione locale, che giunti immediatamente sul posto della tragedia hanno iniziato a raccogliere le testimonianze di tutti i presenti.

Gli amici non lo hanno soccorso subito
Da quanto riportato pare che gli amici della vittima presenti al party non lo abbiano soccorso subito. «Pensavamo scherzasse», hanno detto ai militari. Quando poi si sono resi conto che non era uno scherzo e che il loro amico non sapeva realmente nuotare e stava per annegare, si sono tuffati in piscina per salvare lui e la fidanzata e hanno avvisato il 118: per Zhang Chenghao non c’è stato niente da fare, è morto nonostante il lungo tentativo di rianimazione attuato prima dai presenti e poi dal personale del 118; la fidanzata fortunatamente si è salvata. Al momento non ci sono indagati.



Leggi anche: