Scroll to Top

Attentati Isis a Bruxelles, colpiti aeroporto e tre stazioni metro: 34 morti e 180 feriti

Due esplosioni all’aeroporto Zaventem di Bruxelles intorno alle 8 di questa mattina: almeno 34 le vittime. Alcuni testimoni hanno udito alcuni colpi di arma da fuoco e delle urla in arabo: si parla di attacco terroristico. Esplosioni anche in tre stazioni metropolitane

Attentati Isis a Bruxelles, colpiti aeroporto e tre stazioni metro: 34 morti e 10 feriti

A tre giorni dall’arresto di Salah Abdeslam, il responsabile numero uno degli attentati di Parigi del 13 novembre, Bruxelles ripiomba nel terrore. Due violente esplosioni all’aeroporto Zaventem, di cui uno kamikaze hanno provocato nelle prime ore del mattino almeno 34 morti, e 180 di feriti. Secondo alcune fonti le deflagrazioni avrebbero colpito lo scalo internazionale intorno alle 8, nei pressi del terminal A, da dove partono i voli per gli Stati Uniti. La procura belga aveva già lanciato l’allarme per nuovi attentati e i media parlano infatti di attacco terroristico. Le autorità hanno intanto lanciato il piano catastrofi. Secondo il primo bilancio dei media i morti sono 34, la polizia tuttavia ha parlato di una sola vittima, ha quindi evacuato lo scalo ed interrotto i collegamenti ferroviari. Ancora sconosciute le cause delle deflagrazioni. Pare però che nello scalo sia stata trovata un’altra bomba inesplosa. Alcuni testimoni hanno riferito di aver sentito, prima delle esplosioni, alcuni colpi di arma da fuoco e grida in arabo. «Ero nella fila per registrarmi alla partenza e ho sentito un’esplosione. Ho visto il fumo, della gente in preda al panico correre verso l’uscita. C’è stata una seconda esplosione molto più vicina a me», ha detto uno dei testimoni all’agenzia di stampa Belga. «Tutti hanno lasciato l’aeroporto nel panico – ha aggiunto – la gente ha abbandonato le valigie, le automobili sono state evacuate». Le autorità hanno subito chiuso lo scalo e interrotto i collegamenti ferroviari da e per l’aeroporto, e per il traffico aereo è stato predisposto un piano di emergenza per deviare i voli su Charleroi. «Seguiamo la situazione minuto dopo minuto, la priorità assoluta va alle vittime e alle persone che si trovavano sul posto», ha twittato il primo ministro belga Charles Michel dopo le esplosioni a Zaventem. Secondo alcune fonti l’Isis avrebbe già rivendicato gli attacchi.

Attentati Isis a Bruxelles, colpiti aeroporto e tre stazioni metro: 34 morti e 180 feriti

Tre esplosioni in metropolitana
Terrore anche nelle stazioni della metropolitana di Arts Loi, Schumann e Maelbeek, in pieno centro di Bruxelles, a pochi passi dalle istituzioni dell’Unione, dove ci sono state altre tre esplosioni. Diversi i feriti, ma per il momento non si contano vittime. Le autorità hanno intanto ordinato il blocco della metropolitana in tutta la città. Il livello di allarme in tutto il Belgio è stato elevato al livello 4, il massimo previsto. La città è blindata, e il traffico completamente paralizzato per permettere il passaggio delle ambulanze.



Leggi anche: