Scroll to Top

Cagliari shock: muore nella sua abitazione nel 2011, scheletro ritrovato dopo cinque anni

L’uomo era sparito dalla circolazione nel 2011, ma nessuno ne aveva denunciato la scomparsa perchè viveva solo, aveva problemi psichici e gli erano stati tolti i figli minori nel 2007. E’ stato ritrovato riverso sul pavimento di casa, ormai ridotto quasi ad uno scheletro

Cagliari shock: muore nella sua abitazione nel 2011, scheletro ritrovato dopo cinque anni

Una triste storia di solitudine ed emarginazione è stata quella scoperta dai Vigili del Fuoco a San Gavino, nel cagliaritano: il corpo di un uomo di 57 anni, ridotto ormai ad uno scheletro, è stato rinvenuto sul pavimento di un’abitazione al secondo piano di un condominio del centro sardo. Il decesso, secondo le prime ricostruzioni e lo stato del cadavere, risalirebbe al 2011 mentre la causa sarebbe una morte naturale. Il cadavere ritrovato appartiene a Marcello Putzu, un ex macchinista; il rinvenimento è avvenuto attorno alle 11.30 di giovedì. Ai vigili del fuoco era giunta una segnalazione dei vicini di casa dell’uomo, che avevano notato una perdita d’acqua che proveniva dall’appartamento della vittima. Non trovando nessuno, i pompieri hanno forzato la porta d’ingresso ed hanno scoperto il cadavere di Putzu ormai in uno stato quasi completo di scheletrizzazione.

Soffriva di disturbi psichici
Nel frigorifero dell’appartamento dell’uomo sono stati trovati buste di latte ed altri alimenti con scadenza nel 2011, mentre sul tavolo c’erano scontrini e ricette mediche con la stessa data e poco distante il cadavere ormai scheletrico dell’ex macchinista. Tutti questi ritrovamenti, nonchè il referto del medico legale, lasciano supporre che l’uomo sia deceduto cinque anni fa, forse in seguito ad un malore; nessuno ne aveva denunciato la scomparsa. Putzu era affetto da disturbi psichici, era separato e viveva da solo; lavorava come macchinista, ma era stato licenziato. Per i vicini era un tipo molto strano e sembrava che se ne fosse semplicemente andato senza preavviso. Proprio a causa dei suoi problemi gli erano stati tolti i figli minori nel 2007, affidati poi ad una comunità assieme alla madre; l’uomo non aveva più contatti con nessuno e forse per questo la sua scomparsa non era stata notata.



Leggi anche: