Scroll to Top

Come arredare uno studio di design

L’importanza che si deve e si vuole dare al proprio studio parte innanzitutto dalla scelta ponderata dell’arredamento e da tutti gli elementi che lo costituiranno e che vi accompagneranno nel corso delle giornate passate a lavoro

Come arredare uno studio di design

Lo studio è sicuramente una delle stanze più importanti per i liberi professionisti e per tutti coloro che hanno bisogno di un proprio spazio lavorativo, un luogo di produttività e dove trovare la giusta ispirazione sia che esso si trovi in un ufficio che all’interno della propria abitazione. L’importanza che si deve e si vuole dare al proprio studio parte innanzitutto dalla scelta ponderata dell’arredamento e da tutti gli elementi che lo costituiranno e che vi accompagneranno nel corso delle giornate passate a lavoro; dagli oggetti di primaria utilità fino a quelli di puro design che potrebbero ispirare sia voi che i vostri clienti o collaboratori. Per arredare in maniera ottimale uno studio dal design moderno è necessario tenere bene a mente tre fattori cardini che devono guidare le vostre scelte: la funzionalità, la gestione degli spazi e la praticità. La funzionalità dell’arredamento è fondamentale ed è il primo fattore su cui bisogna basarsi nella scelta dei mobili e degli elementi che comporranno il vostro studio, a partire da una postazione lavorativa e da una scrivania spaziosa e allo stesso tempo in stile moderno, senza materiali classici come il legno che potrebbero richiamare i vecchi uffici di un tempo, abbinata ad una sedia o poltrona necessariamente comoda e adatta a farvi sentire meno stanchi anche dopo molte ore di attività. Certamente la funzionalità dell’arredamento deve essere completata da spazi, cassettiere e mensole che siano in grado di rendere l’organizzazione del materiale cartaceo più facile ed accessibile.

È importante anche una gestione saggia degli spazi, soprattutto nel caso in cui la stanza adibita a studio non permetta l’aggiunta di tanti elementi d’arredo. In questo caso l’attenzione necessaria dovrà essere data alla modularità del mobilio che si sceglierà, come cassettiere e armadietti di cui bisognerà valutare attentamente le dimensioni e le forme così da sfruttare nel migliore dei modi lo spazio e rendere più agevoli i movimenti. Per farsi un’idea degli elementi di arredo da abbinare e unire per creare un’ottima gestione delle varie superfici, si potrebbe far riferimento alle proposte di bertoli prendendo spunto dagli esempi di stanze già arredate e complete di tutto.

Infine un ambiente lavorativo come quello di uno studio deve essere pratico e agevole per velocizzare e rendere comodo il lavoro, così come gli arredi devono favorire la praticità e la facilità di utilizzo in modo da avere sotto mano tutte le cose di cui potreste avere bisogno.  La scelta di uno stile moderno dalle superfici lisce, solitamente monocromatiche e brillanti, è auspicabile per favorire l’ordine del luogo così che possa riflettersi anche in un ordine celebrale. 

La vostra mente dovrà infatti sentirsi sempre stimolata ma anche a suo agio, così da non affaticarsi più del dovuto disperdendo energie in stress di cui spesso potreste non rendervi nemmeno conto. Per favorire questa rilassatezza vi suggeriamo di concludere l’arredo del vostro studio di design con quelli che possono essere definiti come elementi estetici, quali quadri, oggetti particolari e elementi che possano esprimere la vostra personalità.



Leggi anche: