Scroll to Top

Coniugi uccisi a Brescia, confessano i killer: «Ucciso perché Frank vendeva molto di più»

Arrestati gli assassini dei coniugi bresciani, uccisi perché la pizzeria ‘Da Frank’ di Franco Seramondi «vendeva molto di più» rispetto a quella di uno dei due killer

Coniugi uccisi a Brescia, confessano i killer: «Ucciso perché Frank vendeva molto di più»

Arriva una svolta decisiva nel duplice omicidio di Franco Seramondi, 65 anni, e di sua moglie Giovanna Ferrari, 63, freddati l’11 agosto scorso nella loro pizzeria da asporto nella periferia nord di Brescia. La polizia ha arrestato i killer che dopo un lungo interrogatorio in Questura e messi di fronte alle prove evidenti hanno deciso di confessare. Gli assassini Singh Sarbjit, 33 anni, indiano, e Adnan Muhammad, 32, pachistano, quest’ultimo proprietario di un locale a qualche metro di distanza dalla pizzeria, ‘Il Dolce & Salato’. Proprio questo “dettaglio” si rivelerà fatale ai due coniugi proprietari della pizzeria ‘da Frank’.

A premere il grilletto è stato Adnan Muhammad, quattro spari in tutto. «Ho ucciso perché Frank vendeva molto di più», ha detto agli inquirenti. Dopo aver commesso il duplice omicidio è tornato come nulla fosse nel suo locale a fare le pizze, e, come se non bastasse, intervistato in tv dopo il delitto aveva dato la colpa alla zona (video in fondo). «Gli arrestati hanno detto di aver ammazzato per questioni di concorrenza rispetto alla pizzeria ‘da Frank’», hanno fatto sapere gli inquirenti.

Francesco Seramondi-Giovanna Ferrari

Duplice omicidio premeditato, risolto il caso
Dunque a cinque giorni dal delitto di Franco Seramondi e e di sua moglie Giovanna Ferrari, gli uomini della squadra mobile di Brescia sono arrivati alla soluzione del caso. Secondo gli investigatori si tratta di un duplice omicidio premeditato. Le prove schiaccianti prima della confessione: le telecamere di videosorveglianza esterne hanno immortalato lo scooter con il quale i due killer sono arrivati alla pizzeria, mentre quelle interne hanno invece ripreso tutta la scena dell’omicidio dei due coniugi.



Leggi anche: