Scroll to Top

Corona chiede conferma dell’affidamento ai servizi sociali: “Sono un uomo nuovo, fidatevi”

Ieri si è svolta l’udienza per confermare l’affidamento ai servizi sociali di Fabrizio Corona, al tribunale di Milano. L’ex fotografo ha chiesto ai giudici di offrirgli una seconda chance rimandandolo nella comunità di Don Mazzi

Corona chiede conferma dell'affidamento ai servizi sociali: "Sono un uomo nuovo, fidatevi"

«Vi ringrazio per avermi dato un’opportunità, adesso datemene un’altra: ormai sono un uomo nuovo, fidatevi di me»; così parlò Fabrizio Corona ai giudici del tribunale di Sorveglianza di Milano, nel corso di un’udienza svoltasi ieri a porte chiuse. L’ex re dei paparazzi ha chiesto la conferma dell’affidamento ai servizi sociali, concessogli a giugno, nella comunità di Don Mazzi. Il tribunale si è riservato e la decisione arriverà nei prossimi giorni. «Il Fabrizio Corona che conoscevate una volta, adesso non esiste più» ha rincarato la dose l’avvocato Ivano Chiesa, che difende l’ex fotografo assieme al legale Antonella Calcaterra; il difensore ha inoltre sottolineato che le relazioni del Sert (il servizio per i tossicodipendenti) e dell’Uepe (l’Ufficio esecuzione penale) sono tutte favorevoli per Corona e dicono addirittura che potrebbe uscire dalla comunità e proseguire nell’affidamento sul territorio, senza restarne legato. Nel giro di una settimana, dunque, i giudici del tribunale di Sorveglianza dovranno decidere se confermare o meno l’affidamento di Corona alla comunità “Exodus”; se dovesse esserci esito negativo, per l’ex paparazzo potrebbero riaprirsi le porte del carcere di Opera, dove è stato detenuto per due anni e mezzo, fino allo scorso 18 giugno.

A Corona restano ancora quattro anni da scontare – In caso di via libera del tribunale, potrebbe trascorrere in affidamento in prova. Secondo l’avv. Chiesa, «i permessi di lavoro, che in questo periodo Corona ha ottenuto, sono stati un banco di prova e lui si è comportato molto bene. Il fatto – ha aggiunto il legale – è che lui ha una particolarità, quella di suscitare interesse quando è fuori, ma ad ogni modo ha gestito questi permessi molto bene».



Leggi anche: