Scroll to Top

Gloria Rosboch: tra le donne ingannate da Defilippi anche la maestra di Sanremo

Tra le donne ingannate e ricattate da Gabriele Defilippi, imputato per l’omicidio della sua ex insegnante Gloria Rosboch, ci sarebbe anche Marzia Lachello, divenuta famosa all’ultimo Festival di Sanremo per aver portato sul palco la più piccola scuola d’Italia

Delitto Gloria Rosboch: tra le donne ingannate da Defilippi anche la maestra di Sanremo

La triste vicenda dell’omicidio dell’insegnante Gloria Rosboch, per mano del suo ex allievo Gabriele Defilippi e dell’amante di lui Roberto Obert, è una di quelle che mettono insieme la cronaca con lo spettacolo, nella fattispecie televisivo. Tra le diverse donne ingannate ed in certi casi anche ricattate da Defilippi, come stanno gradualmente appurando gli investigatori, ci sarebbe anche Marzia Lachello, 34 anni, la maestra elementare di Ceresole Reale (To) divenuta famosa in tutta Italia per aver portato sul palco dell’ultimo Festival di Sanremo la scuola più piccola dello Stivale (lei e due soli alunni). Adesso il quotidiano “La Stampa”, in accordo con l’avvocato Paolo Campanile di Ivrea che tutela la signora, ha raccontato la sua relazione con Defilippi. Precisiamo che la storia della maestra Lachello con il presunto assassino di Gloria Rosboch risale a diverso tempo fa e risulta finita da un pezzo.

Sentita come teste
Quando si conoscono, Gabriele è ovviamente più giovane di lei, ma la loro storia riesce ad andare avanti per qualche mese, un periodo molto travagliato sul quale gli inquirenti stanno ora cercando di fare chiarezza. Infatti, i due si sono lasciati a seguito di forti contrasti; i carabinieri hanno anche ascoltato la donna come teste e lei ha raccontato cosa è accaduto veramente tra loro due. Militari a parte, oggi la Lachello (ritrovatasi coinvolta indirettamente in questa squallida vicenda) preferisce non parlare della storia sentimentale che appartiene al passato.

Anche se ha negato di essere stata truffata o ricattata da Defilippi, da alcune indiscrezioni si è potuto comprendere come la loro relazione sia finita nel peggiore dei modi e con particolari più complessi, ma sempre inquietanti come tutta la vita costruita a tavolino di Gabriele. A ogni modo, la maestra ha tracciato un ritratto di Gabriele molto convincente e utile per le indagini; le sue dichiarazioni sono ora al vaglio degli inquirenti.



Leggi anche: