Scroll to Top

Delitto Meredith, Rudy Guede fuori dal carcere: per lui permesso premio di 36 ore

L’ivoriano, unico condannato per l’omicidio di Meredith Kercher, ha lasciato il carcere Mammagialla di Viterbo per trascorrere 36 ore di permesso premio fuori dalle sbarre. Dovrà tornare al penitenziario alle 21 di domenica. E’ stato accolto in una struttura di reinserimento per detenuti

Delitto Meredith, Rudy Guede fuori dal carcere: per lui permesso premio di 36 ore

Rudy Guede ha lasciato il carcere Mammagialla di Viterbo venerdì 25 giugno: l’ivoriano, che sta scontando 16 anni per l’omicidio di Meredith Kercher del 2007, è potuto uscire grazie ad un permesso premio di 36 ore. Dovrà tornare al penitenziario alle 21 di domenica. Guede, che adesso ha 29 anni e si è sempre proclamato innocente, è stato accolto sul portone del carcere da Claudio Mariani, fondatore e coordinatore del gruppo di lavoro creato dal centro per gli Studi Criminologi per sostenere l’innocenza del giovane. L’ivoriano, dopo essere passato dalla caserma dei carabinieri per alcune formalità, è stato accompagnato in una struttura di reinserimento per detenuti gestita da un gruppo di volontari Gavac, dove rimarrà fino a domenica. In tutte le 36 ore permesse, Guede non potrà avere contatti con persone esterne se non autorizzate dal tribunale.

Il percorso rieducativo
«Dopo nove anni trascorsi in cella – ha dichiarato Mariani – Rudy ha ricominciato a prendere confidenza con la vita esterna al carcere. Non ha capito cosa fossero uno smartphone o una tv al plasma ultrapiatta, ma ha chiesto una scacchiera, big bubble, due panini ed anche un melograno, che però non abbiamo trovato perchè fuori stagione». Guede è apparso ai volontari abbastanza sereno, anche se un po’ emozionato; tra le persone che lo potranno incontrare, la signora Tiberi, la donna che lo ha cresciuto a Perugia con il marito, ma non i genitori naturali, che d’altronde egli non vede dalla fine degli anni Novanta. Guede, processato e condannato con il rito abbreviato a 16 anni per l’omicidio di Meredith Kercher (avvenuto il primo novembre 2007 a Perugia), finirà di scontare la pena nel 2024. Per lo stesso delitto erano stati condannati e poi assolti in Cassazione Amanda Knox e Raffaele Sollecito.



Leggi anche: