Scroll to Top

Delitto Rosboch, Gabriele Defilippi sentito in Procura: indagate anche due ex

Defilippi, in carcere per l’omicidio di Gloria Rosboch, è stato di nuovo sentito in Procura in merito ad ulteriori dettagli sulla truffa e l’omicidio ai danni della professoressa di Castellamonte. Intanto, sono state iscritte nel registro degli indagati due ex del giovane

Delitto Rosboch, Gabriele Defilippi sentito in Procura: indagate anche due ex

Il 31 marzo, Gabriele Defilippi è stato di nuovo sentito dalla procura di Ivrea in merito all’omicidio di Gloria Rosboch, la professoressa di francese uccisa lo scorso 13 gennaio a Castellamonte, per cui è stato arrestato assieme al complice Roberto Obert. L’interrogatorio in presenza del procuratore capo Ferrando è durato per alcune ore della mattinata, finchè è stato interrotto per una crisi di pianto del giovane. Già la scorsa settimana il 22enne, attualmente detenuto a Torino, era stato sentito dal pm e dai carabinieri per molte ore; in quell’occasione, aveva fatto nomi e cognomi di altri presunti complici che avrebbero partecipato o fornito appoggio alla truffa ai danni della prof prima e al suo omicidio poi. Grazie alle sue informazioni, e a quelle rese anche dal complice Obert, sono state iscritte nel registro degli indagati due ex del giovane: la cameriera quarantenne Efisia Rossignoli e l’ultima fidanzatina, la marocchina Sofia Sabouh.

Le complici
In particolare, potrebbe aggravarsi la posizione della Rossignoli, già indagata per truffa da qualche settimana. La donna, di San Giorgio Canavese e sposata con due figli, è la famosa complice di Defilippi che aveva telefonato alla Rosboch fingendosi una direttrice di banca per convincerla a dare senza preoccupazioni i suoi 187mila euro al giovane; come si sa, la prof, invaghita di Gabriele, aveva acconsentito a passargli tutti i suoi risparmi dietro la falsa promessa di una vita assieme in Costa Azzurra. Ma la Rossignoli, anche lei invaghita del giovane, avrebbe anche fatto oltre dieci telefonate a Gabriele proprio il giorno del delitto. Perchè? «Avevo paura che mio marito mi tradisse e gli avevo chiesto di spiarlo» si è giustificata con gli inquirenti, i quali ovviamente non le hanno creduto ipotizzando che anche lei abbia avuto un qualche ruolo nell’omicidio. Anche la posizione di Sofia, ultima fidanzata di Gabriele, ha molti lati nebulosi; la ragazza ha adesso confessato agli inquirenti di aver saputo da Gabriele che esisteva un piano per togliere di mezzo Gloria, ma di non avergli dato molta retta perchè quel giorno era ubriaco. Ma come si sa, poco dopo l’omicidio della prof, non si era presentata dai carabinieri ed era subito partita per il Marocco, probabilmente per non essere coinvolta, salvo poi tornare e fare anche un’ospitata da Barbara D’Urso.

Lo psichiatra
Defilippi, intanto, è anche seguito in carcere dallo psichiatra Ezio Villari: «Gabriele è molto provato – ha detto il suo legale Pierfranco Bertolino – ha perso molto peso, dato che ha smesso di mangiare, ed assume psicofarmaci per affrontare la depressione che lo ha colto in cella».



Leggi anche: