Scroll to Top

Ecco 5 consigli per far durare più a lungo la lavatrice

Non tutti sanno, peraltro, che quando si acquista una lavatrice nuova è possibile farla durare a lungo nel tempo con pochi accorgimenti: è ora di sfatare il mito secondo cui di solito dopo il periodo di garanzia è da cambiare

Ecco 5 consigli per far durare più a lungo la lavatrice

Credo si possa affermare con (quasi) assoluta certezza che non esista un elettrodomestico indispensabile quanto la lavatrice. Molto capiente o più piccola, con carica frontale o dall’alto, modernissima con display touch o con manopole tradizionali, della lavatrice è davvero impossibile fare a meno, dalla famiglia numerosa al single più incallito. Non tutti sanno, peraltro, che quando si acquista una lavatrice nuova è possibile farla durare a lungo nel tempo con pochi accorgimenti: è ora di sfatare il mito secondo cui “di solito dopo il periodo di garanzia è da cambiare”. Ecco quindi di seguito i cinque suggerimenti basilari da sapere per mantenerla sempre al meglio. 1. Partiamo da una regola che, forse, ci stupirà: e cioè quella di cambiare spesso i programmi di lavaggio. Più o meno tutti noi tendiamo ad utilizzare sempre quei due/tre programmi standard. Specie con le nuove tecnologie, è invece buona norma variare i programmi, impostando ad esempio il programma “ecologico” mentre sono in funzione altri elettrodomestici di casa e, per evitare odori, muffe e ristagni di capelli e detersivo nella guarnizione e vasca di lavaggio, ricordiamoci di usare il programma a 90° almeno una volta al mese.

2. Analizzando poi il risparmio energetico, è importante sapere che più un programma è lungo, meno energia consuma. Infatti, il programma Rapido ci espone a picchi di corrente alta per poter effettuare tutto il ciclo di lavaggio in poco tempo, mentre l’ecologico (o, se anche non così denominati, parliamo dei cicli più lunghi) si prende tutto il tempo necessario e assorbe poca energia, consentendoci risparmio in bolletta e utilizzo contemporaneo, come dicevamo prima, di altri elettrodomestici.

3. Terzo elemento importantissimo è la pulizia, specie della parte interna. Spesso si pensa che soluzioni quali aceto, o bicarbonato o altri rimedi naturali siano ideali: nulla di più sbagliato, poiché tali sostanze sono aggressive e possono addirittura corrodere sia il cestello di lavaggio che le parti in plastica. Utilizzare sempre prodotti specifici, non abrasivi e soprattutto non artigianali. Stessa cosa dicasi per detersivi e ammorbidenti, da utilizzare sempre nel rispetto del prodotto adatto.

4. Tornando a parlare del primo punto del nostro elenco, altro elemento utile per la salvaguardia della nostra lavatrice è la cura nel non modificarne i programmi di lavaggio: s’intende, con questo, evitare, per esempio, di ridurre la durata, o di togliere la centrifuga, o di limitare la temperatura. L’accortezza nel rispettare completamente tali parametri sarà garanzia di ottima resa del nostro elettrodomestico.

5. Ultimo (ma non ultimo…) suggerimento per far durare la nostra preziosa macchina da lavare è introdurre sia il detersivo che l’ammorbidente delle apposite vaschette dedicate (e non, per esempio, direttamente nel cestello), e soprattutto nelle giuste dosi, indicate sia dal costruttore dell’elettrodomestico che sui flaconi dei prodotti. In questo modo, oltre che la nostra lavatrice, potremo avere un occhio di riguardo anche per l’ambiente, limitando sovra-dosaggi e conseguenti inquinamenti. Teniamo poi sempre presente che eventuali malfunzionamenti della nostra lavatrice possono essere legati al calcare: le acque delle nostre reti idriche sono spesso molto calcaree, e importante sarebbe conoscerne la durezza. Ad ogni modo, anche senza ricorrere a sofisticati sistemi di rilevazioni, ricordiamoci di introdurre nell’apposito scomparto un buon prodotto anti-calcare, garanzia di lavatrice pulita, efficiente e duratura.



Leggi anche: