Scroll to Top

Emergenza migranti, barcone affonda a Lesbo: 26 dispersi

L’ennesimo naufragio è avvenuto durante la scorsa notte davanti alla costa dell’isola di Lesbo. Dei 46 migranti a bordo 26 risultano dispersi. A dare l’allarme un elicottero di Frontex che avrebbe individuato alcune persone in mare nelle prime ore del mattino

Emergenza migranti, barcone affonda a Lesbo: 26 dispersi

Non si ferma l’emergenza migranti. E’ di poche ora fa infatti la notizia dell’ennesimo naufragio di un barcone della fortuna, al bordo del quale c’erano 46 migranti. Secondo quanto riportano i media locali ventisei sono le persone che attualmente risultato disperse, mentre tutti gli altri sono stati messi in salvo da due imbarcazioni della Guardia costiera. Il barcone sarebbe affondato durante la notte davanti alla costa dell’isola di Lesbo. A dare l’allarme e richiedere i soccorsi alla Guardia costiera greca un elicottero lituano della missione europea Frontex che avrebbe individuato alcune persone in mare nelle prime ore di questa mattina vicino alla costa sudorientale di Lesbo. Una portavoce ha riferito che l’operazione di salvataggio è ancora in corso e che la nazionalità dei superstiti non è stata resa nota. Sono stati gli stessi sopravvissuti a riferire che a bordo del barcone insieme a loro viaggiavano altre 26 persone, tra cui anche dei bambini. Solo ieri nelle stesse acque è affondato un altro barcone carico di migranti. Nella sciagura è morta una bimba di appena cinque anni, mentre 13 profughi sono stati tratti in salvo. Nikos Lagadianos, portavoce della Guardia costiera ellenica, aveva spiegato che la bimba era già priva di conoscenza quando è stata soccorsa in mare ed è morta all’ospedale di Lesbo.

Stessa sorte per un’altra bimba siriana di 4 anni, morta due giorni fa al largo della costa turca di Cesme, nella provincia occidentale di Smirne. Intanto il direttore della Croce Rossa austriaca, Gerry Foitik, ha riferito che nella giornata di ieri sono arrivati in Austria circa 13.000 migranti, che inizialmente erano stati inviati in Ungheria dalla Croazia.



Leggi anche: