Scroll to Top

Ferrara, avvistato alligatore di circa un metro: zona messa off limits dal sindaco

E’ accaduto a Codigoro (Ferrara): un contadino ha segnalato ai Vigili del Fuoco di aver avvistato un alligatore di oltre un metro all’interno di una discarica fuori dal centro ferrarese. Sono stati compiuti i dovuti sopralluoghi, finora senza risultato, mentre il sindaco ha fatto circoscrivere la zona

Ferrara, avvistato alligatore di circa un metro: zona messa off limits dal sindaco

Ci sarebbe un coccodrillo, o un alligatore, che si aggira lungo le campagne ferraresi: i Vigili del Fuoco sono intervenuti dopo che un contadino, molto spaventato, aveva segnalato la presenza di un alligatore, della lunghezza di circa un metro, che si aggirava nella zona della discarica di Codigoro (Ferrara). L’uomo, alla vista dell’animale, è fuggito ed ha poi chiamato il 115: i pompieri, assieme alla polizia e ai carabinieri, hanno perlustrato in lungo e in largo la zona senza però trovare tracce del rettile, anche se comunque l’ampiezza dell’area (5 ettari) e la folta vegetazione hanno reso difficili le ricerche. E’ successo nella giornata del 21 luglio: nel pomeriggio, dopo aver sentito il parere di un veterinario, il sindaco di Codigoro Sabina Zanardi ha partecipato personalmente ad un altro sopralluogo delle forze dell’ordine. Il primo cittadino ha poi fatto sapere che, nonostante le ricerche senza esito, la segnalazione non sarà sottovalutata.

Strade chiuse
Per precauzione, è stata disposta la chiusura degli stradoni di campagna attorno alla discarica, mentre i carabinieri hanno provveduto ad avvisare le famiglie che abitano in zona; gli stessi militari hanno suggerito di bagnare gli stradoni nell’eventualità di trovare delle impronte sul terreno in serata. Ma nella sera del 21 non sono state trovate tracce del fantomatico alligatore lungo le strade. Comunque, la versione del contadino è stata ritenuta credibile e le ricerche proseguiranno in questi giorni anche con l’aiuto di esperti di animali esotici; nel caso il coccodrillo venga effettivamente avvistato, arriverà in paese il personale del Cites (sezione del Corpo forestale per le specie protette) di Bologna, che provvederà a catturarlo e a trasferirlo in un apposito centro.



Leggi anche: