Scroll to Top

Fico (M5S): “Vogliono fare una legge elettorale ad hoc per non farci vincere”

Roberto Fico del M5S: “Vogliono fare una legge elettorale ad hoc per non farci vincere, ma non sarà una legge a fermare il cambiamento”. Sulla Rai: “Niente squilibri e lottizzazioni, la tv pubblica deve essere indipendente”

Fico (M5S): "Vogliono fare una legge elettorale ad hoc per non farci vincere"

Roberto Fico del Movimento 5 Stelle, Presidente Commissione vigilanza Rai, è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus. Riguardo alla Rai: “Nell’ultima campagna referendaria c’è stato uno squilibrio dell’informazione della Rai a favore del governo –ha affermato Fico-. Di conseguenza Campo Dall’Orto deve trarne le conseguenze, migliorare subito oppure cambiare. Il governo non può essere al 40-45% in una campagna referendaria se c’è la legge sulla par condicio. Siccome la Rai è pagata per fare servizio pubblica non può certo essere schiacciata su posizioni governative. Il canone esiste per avere una tv indipendente al di là del Parlamento e del governo, se viene a mancare questo patto non ha più senso pagare quella tassa e avere la Rai. Il dato è che durante la campagna referendaria la Rai non è stata in equilibrio. Lottizzazione? Non mi piacerebbe perché significherebbe tornare indietro ai tempi della DC, socialisti e comunisti. Dobbiamo andare avanti e puntare ad una TV indipendente”.

Se il M5S andasse al governo cosa farebbe con la Rai?
“Noi abbiamo già presentato in Parlamento la legge di riforma del governo della Rai che il PD ha bocciato. Se avessimo la maggioranza approveremmo quella legge. E’ una legge che contiene delle grandi innovazioni, come quelle legate alla scelta dei consiglieri di amministrazione”.

Legge elettorale ed elezioni
“Non ho assistito a questa farsa del nuovo governo. Gentiloni dice che il governo andrà avanti fino a quando il Parlamento voterà la fiducia quindi la strada verso le elezioni non sarà facile. E’ un sistema che continua, che si chiami Monti, Letta, Renzi o Gentiloni, è lo stesso sistema che cerca di rigenerarsi. Si cerca di prendere tempo per non andare al voto. Penso che stiano cercando il modo di elaborare una legge elettorale che premi le coalizioni e faccia in modo che il M5S non vinca. Ma non sarà certo una legge elettorale a fermare il cambiamento”.



Leggi anche: