Scroll to Top

Fifa, proposta la sospensione di Blatter: ora la decisione finale spetta a Platini

La Federazione internazionale di calcio si è riunita ieri a Zurigo per decidere il futuro del numero uno della Fifa; non è ancora giunta nessuna decisione dal presidente francese dell’Uefa

Fifa, proposta la sospensione di Blatter: ora la decisione finale spetta a Platini

La bufera in casa Fifa non cessa di passare, anzi, si va con ogni probabilità alla sospensione di 90 giorni del presidente in carica Sepp Blatter. A chiederlo è stato il comitato etico proprio della Fifa, che si è riunito ieri sera anche in luce del fatto che lo stesso Blatter ha aperto alla possibilità di essere punito con sanzioni penali, dopo essere stato accusato, come ormai è noto, di aver firmato un contratto “sfavorevole” per il suo stesso organismo e aver versato pagamenti irregolari verso il presidente dell’UEFA Michel Platini; quest’ultimo si è candidato a prendere il posto di Blatter. Platini ha voluto ribadire la sua correttezza e la tranquillità in merito al fatto scandaloso che lo riguarda, mentre Blatter, prima della richiesta della sospensione, aveva ribadito che non avrebbe fatto nessun passo indietro prima del 26 febbraio 2016, quando avranno luogo le nuove elezioni per nominare il suo successore. Lo svizzero si è sentito vittima di accuse che, a suo parere, non hanno nessun fondamento: «Sono stato condannato senza alcuna prova a mio carico. E’ scandaloso» ha ribadito Blatter in una recente intervista per la rivista tedesca “Bunte”. Nel dettaglio, Sepp Blatter è stato indagato per gestione fraudolenta e appropriazione indebita di denaro. Lo svizzero si dice convinto di dimostrare la sua innocenza e di uscirne pulito: «Non mi dimetto, il mio mandato finisce il 26 febbraio. Fino a questo giorno mi impegnerò per me e per la FIFA nel far venire a galla la verità. Mi impegnerò per il processo di riforme che vadano a beneficio di questa federazione. Chiedo solo di essere lasciato in pace».

Il comitato etico, che si riunirà tutti i giorni fino a questo venerdì, prenderà in esame il caso Chung Mong-Joon, ex vice-presidente della FIFA, che sarà il candidato concorrente di Platini. Chung, anche lui sotto inchiesta della commissione etica per un sospetto di corruzione in merito alla candidatura dei mondiali del 2022 in Corea del Sud, ha attaccato Blatter: «E’ un bugiardo ipocrita, lo citerò in giudizio per la sua appropriazione indebita di 100 milioni di dollari, pari alla sanzione inflitta alla FIFA». Ormai questo organismo è corrotto e sempre più al servizio di pochi eletti.



Leggi anche: