Scroll to Top

Finto Franco Trentalance chatta con Justine Mattera, poi la ricatta: nei guai 25enne

Il giovane messinese tra il luglio e il novembre del 2012 si spacciò per il pornodivo Franco Trentalance per chattare, tramite profili Facebook e Twitter falsi, con Justine Mattera. Una volta smascherato dalla showgirl passò al ricatto. Adesso rischia di finire a processo

Finto Franco Trentalance chatta con Justine Mattera, poi la ricatta: nei guai 25enne

Si spacciava per il pornostar Franco Trentalance e attraverso falsi profili Facebook e Twitter chattava con Justine Mattera, traendola in inganno e intrattenendo con lei conversazioni, a suo dire, compromettenti. E quando la showgirl lo ha smascherato, il furbetto ha ben pensato di ricattarla, costringendola a proseguire le comunicazioni online, in caso contrario avrebbe provveduto a pubblicare le loro videochat. Adesso sono guai per Anthony Repici, giovane siciliano residente a Messina, che rischia di finire a processo con le accuse di sostituzione di persona e violenza privata. Pare inoltre, che il ragazzo, 25 anni, usò lo stesso metodo nel dicembre del 2011 per chattare con Irene Cao, famosa scrittrice, autrice della trilogia erotica “Io ti guardo, Io ti sento, Io ti voglio”. In quel caso si sarebbe sostituito illegalmente al noto ciclista Filippo Pozzato, sempre attraverso un falso account Facebook. Coinvolti come parti offese nel procedimento tutti e quattro i personaggi noti. Nel dettaglio, il giovane messinese, interessatissimo alle vicende di gossip, avrebbe creato falsi profili per sostituirsi al pornodivo Franco Trentalance tra il luglio e il novembre del 2012 per intrattenersi online con Justine Mattera, traendola in inganno. I due avrebbero chattato diverse volte, scambiandosi messaggini, a dire dell’accusato, decisamente compromettenti.

Denunciato da entrambe le vittime dell’inganno, ora rischia il processo – Come si legge nell’imputazione, una volta scoperto l’inganno, il giovane avrebbe minacciato l’ex moglie di Paolo Limiti di rendere pubblici i contenuti delle loro conversazioni, «compiendo atti idonei diretti in modo non equivoco a costringere la predetta a proseguire le comunicazioni on line». Ma le minacce non gli servirono a molto. La showgirl dopo averlo smascherato interruppe infatti ogni rapporto con il ragazzo, rivolgendosi invece alla polizia per sporgere denuncia. Stessa sorte l’anno prima, quando si spacciò per il ciclista Filippo Pozzato per chattare con la scrittrice Irene Cao. Anche lei denunciò Repici una volta scoperto l’inganno. Il giovane finirà presto a processo con le accuse di sostituzione di persona e violenza privata.



Leggi anche: