Scroll to Top

Formazione e didattica: presto si insegnerà anche prima del compimento dei 30 anni

Con la Buona Scuola sarà molto più facile e veloce poter insegnare nelle scuole medie e nei licei: basterà infatti conseguire 24 Crediti Formativi Universitari in materie riguardanti i settori antropologico, psicologico e pedagogico, dopo o durante il conseguimento della Laurea Magistrale

Formazione e didattica: presto si insegnerà anche prima del compimento dei 30 anni

Con le regole introdotte dal Provvedimento ministeriale per la Riforma della Scuola, la cosiddetta legge della Buona Scuola, sarà molto più facile e veloce poter insegnare nelle scuole medie e nei licei. Infatti, se finora conclusa la laurea magistrale e il Tirocinio Formativo Attivo si entrava nel limbo del precariato infinito con l’iscrizione alle fasce di graduatoria, da oggi si potranno ottenere contratti di insegnamento con una procedura decisamente più breve. Basterà infatti conseguire 24 Crediti Formativi Universitari in materie riguardanti i settori antropologico, psicologico e pedagogico, dopo o durante il conseguimento della Laurea Magistrale. Poi si potrà partecipare a concorsi, con cadenza biennale, per essere formati come docenti e ottenere dei contratti triennali a tempo determinato. Questi contratti poi consentiranno ai migliori di diventare insegnanti a tutti gli effetti e aspirare a un contratto a tempo indeterminato. Un titolo perseguibile anche da coloro che, pur non avendo superato il concorso d’ingresso, potranno ottenerlo anche privatamente. In pratica il provvedimento mira a snellire le procedure di avvio all’insegnamento dei più giovani che potrebbero ambire a una cattedra già all’età di trent’anni.

Il valore di una laurea specialistica
A questo punto non c’è più nessuno che possa dubitare dell’importanza di una laurea magistrale. La nuova legge, che permette a tutti coloro che sono in possesso di una laurea specialistica di avviarsi alla carriera di docente, apre una possibilità di occupazione seria a coloro che preferiscono muoversi in questa direzione e finora, data la strada piena di ostacoli che bisognava percorrere per arrivarci, hanno preferito desistere. È ovvio che i posti di lavoro sono limitati alle necessità scolastiche e che i concorsi e i tirocini servono a fare selezione delle persone più qualificate, ma è altrettanto ovvio che diventa indispensabile dotarsi di Lauree specialistiche conseguite con successo e buoni voti.

I corsi di Laurea specialistica online
Se oggi molti studenti hanno optato per una situazione lavorativa, poiché scoraggiati dalle difficoltà e dalle spese da affrontare per completare il loro iter universitario, la scelta di un percorso alternativo che consenta di prendere una laurea specialistica online è senz’altro la soluzione migliore. Una piattaforma e-learning infatti consente di abbattere i tempi morti del trasferimento presso le aule di lezione, di risparmiare sui costi di trasferimento e di viaggio verso le città universitarie, di poter approfittare delle pause lavorative per studiare, di avere online tutto il materiale didattico, e di ottenere comunque una formazione e un titolo di ottima levatura, anche grazie a docenti di grande professionalità. In questo senso tra il mare magnum di offerta formativa la scelta migliore per frequentare una laurea magistrale online è sicuramente l’università Unicusano, che vanta anni di esperienza nel settore e che ha formato professionalità di alto livello.

Le qualità di un buon docente
Già in uso nelle aule universitarie, a breve la valutazione del docente da parte degli alunni entrerà a pieno titolo nel curriculum del docente stesso. Può sembrare un arbitrio ma la capacità di insegnare va ben oltre la conoscenza della materia, allora una valutazione da parte degli studenti è fondamentale per permettere ai docenti di migliorarsi. Il fattore carisma ad esempio è fondamentale, poiché aiuta gli insegnanti a coinvolgere la classe facendo accrescere l’interesse nei confronti della materia insegnata. Inoltre un docente che non è in grado di farsi rispettare non riuscirà facilmente ad avere l’attenzione che necessita. L’umiltà infine di capire se sbaglia, e la capacità di condurre le lezioni anche in fase di esperimento collegiale, renderà l’insegnamento molto più produttivo.



Leggi anche: