Scroll to Top

Milano, aggredito dal suo rottweiler bimbo di 8 anni che rischia la vita

Bimbo di 8 anni è stato azzannato alla testa dal rottweiler di proprietà della famiglia. Trasportato in elisoccorso all’ospedale di Bergamo, versa in gravissime condizioni. Il cane è stato affidato al canile, il suo destino verrà deciso in un secondo momento

Milano, aggredito dal suo rottweiler bimbo di 8 anni che rischia la vita

Un bimbo di 8 anni stava giocando con il rottweiler di proprietà della famiglia, nel cortile di casa in via Delle Robinie, a Buscate, in provincia di Milano. Intorno le 14.30 la disgrazia, il piccolo è stata azzannato alla testa dal cane. Ancora senza spiegazione il motivo che ha spinto l’animale ad aggredire il piccolo padroncino. A dare l’allarme e a chiamare i soccorsi gli stessi genitori del piccolo. Il piccolo è apparso subito grave. Le condizioni del bambino sono state stabilizzate dai paramedici del 118 prima della partenza in elisoccorso verso l’ospedale di Bergamo dove è stato sottoposto subito ad intervento. I carabinieri della stazione di Cuggiono stanno indagando sull’accaduto. Gli agenti della radiomobile di Legnano, giunti sul posto, hanno trovato nel cortile, un lembo di pelle. Recuperato in brevissimo tempo un contenitore per il trasporto di organi, si sono precipitati all’ospedale per consegnare il brandello di tessuto conservato nel liquido criogenico. Il cane è stato affidato al canile per ordine del magistrato. Il suo destino verrà stabilito in un secondo momento.

Ancora instabili le condizioni di salute
Sono ancora instabili le condizioni di salute del bimbo. Azzannato alla testa dal suo stesso cane, ha subito già diversi interventi tra cui la ricucita del lembo di pelle trovato dagli stessi agenti sul luogo dell’avvenimento. Sulle sorti del cane ancora non si sa nulla. Il motivo che ha spinto l’animale ad aggredire è ancora incerto. Di sicuro si sa che purtroppo gli animali agiscono d’istinto. Un gesto, un’espressione interpretata male dall’animale ed ecco il tragico avvenimento.



Leggi anche: