Scroll to Top

Genova, spara alla moglie mentre è al telefono con il figlio: “Voleva lasciarmi, ho perso la testa”

Lite degenerata a Sestri Ponente: la moglie vuole divorziare, lui le spara 4 colpi di pistola mentre è di spalle e parla al telefono con il figlio. Arrestato Ciro Vitiello, 64 anni, con l’accusa di omicidio volontario, sotto shock il figlio che ha assistito in diretta al delitto

Genova, spara alla moglie mentre è al telefono con il figlio: "Voleva lasciarmi, ho perso la testa"

Ha ucciso la moglie, sparandole quattro colpi di pistola, solo perché non accettava la separazione. La tragica notizia arriva da Genova, dove un uomo di 64 anni, Ciro Vitiello, ha sparato alla moglie, Rosa Landi, 59 anni, intorno alle 22 di sabato, in via Toscanelli, a Sestri Ponente, dove i due coniugi vivevano da anni. «Ho perso la testa, mi voleva lasciare», ha detto l’assassino agli inquirenti per tentare di giustificare il folle gesto e l’attimo di ira in cui ha afferrato l’arma puntandola contro la moglie. Secondo quanto riportato pare che durante l’omicidio la donna, che secondo alcune fonti aveva scoperto che il marito la tradiva, stesse parlando al telefono con il figlio, che ha quindi ascoltato gli spari in diretta, e contemporaneamente capito che la mamma era in pericolo di vita, mentre il padre era divenuto un assassino. Subito dopo aver commesso l’atroce delitto, il 64enne ha chiamato il 113 confessando di aver ucciso la moglie: «Voleva lasciarmi, ho perso la testa». Impiegato in una ditta di pompe funebri, Ciro Vitiello, durante un lungo interrogatorio ha riferito agli inquirenti che le liti in casa era sempre più frequenti nell’ultimo periodo e che la moglie era sempre più decisa a lasciarlo. È stato accompagnato sabato notte in Questura e arrestato con l’accusa di omicidio volontario: ora è detenuto nel carcere di Marassi, a Genova.

Voleva il divorzio
Dalla prima ricostruzione dei fatti è emerso che sabato sera Vitiello e la moglie avevano iniziato l’ennesima discussione, fino a che la donna, esasperata, gli ha ribadito di voler divorziare. A quel punto Ciro, colpito da un raptus improvviso, ha afferrato la pistola, regolarmente detenuta, e l’ha puntata contro la moglie, aprendo il fuoco mentre lei era di spalle e parlava al telefono con il figlio Andrea, 37 anni, ancora sotto shock per aver assistito al delitto della madre in diretta. Giunti sul posto gli agenti della Scientifica per i rilievi, e i sanitari del 118 che hanno solo potuto constatare il decesso della donna. Il marito, reo confesso, è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario.



Leggi anche: