Scroll to Top

India shock: 35enne uccide 14 familiari di cui 7 bambini, dopo si suicida

Il 35enne aveva anche drogato i familiari ed ha agito di notte accoltellando tutti i parenti in casa sua, dopo s’è suicidato. L’allarme è stato lanciato dall’unica superstite, la sorella. Ora la polizia indaga

India shock: 35enne uccide 14 familiari di cui 7 bambini, dopo si suicida

Terribile omicidio nello Stato del Maharashtra, in India. Hasnin Anwar Warekar, uomo 35enne, ha massacrato 14 famigliari sgozzandoli e accoltellandoli nella sua abitazione con una lama da cucina, precisamente un coltello da macellaio. Dopo aver ucciso i famigliari, s’è impiccato al piano terra, dov’è anche stata trovata l’arma del delitto. La notizia è stata riportata dall’agenzia di stampa “Ians”. Il totale delle vittime ammonta a 14 persone, inclusi i 7 bambini, due figlie e i nipoti, tra cui un neonato di appena 3 mesi. Il portavoce della Polizia, Gajanan Laxman Kabdule, ha spiegato: «L’aggressore, Hasnin Anwar Warekar, si è impiccato dopo aver tagliato la gola a tutti gli altri familiari, compresi i genitori», difatti l’uomo, dopo il massacro, è stato trovato impiccato allo stipite della porta principale. L’episodio è accaduto in una villetta nel quartiere di Thane, casa in cui tutti i parenti di lui si erano radunati per passare il fine settimana in famiglia. Il 35enne, sembra che abbia agito consapevolmente, mettendo addirittura un sonnifero nei piatti serviti per cena, per evitare che i parenti si svegliassero durante la notte.

Ancora nessun movente
La Polizia non ha potuto nulla contro il massacro, ma continua ad indagare. Il vice commissario della Polizia di Thane, Ashutosh Dumbare, ha disposto: «L’accusato ha chiuso tutte le porte della casa e poi ha sgozzato i familiari nei loro letti». Secondo le Forze dell’Ordine indiane, l’uomo ha aspettato che tutti si addormentassero, dopodiché è andato prima al primo piano per uccidere sua moglie e le sue due bambine. Dopodiché è passato al piano terra, dove alloggiavano i suoi famigliari tra cui le sorelle e i nipoti dell’uomo, uno ancora in fasce, uccidendoli e sgozzandoli nel sonno. Le ultime vittime sono stati i genitori dell’uomo, la madre e il padre. L’unica sopravvissuta alla follia inspiegabile del 35enne è stata una delle sorelle, Subia Bharman, che ora è in ospedale: la donna ha urlato alla vista di quei corpi insanguinati ed ha attirato l’attenzione del suocero dell’uomo, il padre della moglie, che abita a pochi metri dal luogo della strage. Spaventati, i genitori di lei, hanno cercato di entrare in casa dalla porta, ma essendo bloccata, sono riusciti a entrare in casa sfondando una delle finestre: purtroppo era troppo tardi. Il crudele massacro non ha ancora un motivo valido: sembra che sia stato solo un caso di pura pazzia. L’uomo era un impiegato, e lavorava in un’azienda privata, presso l’amministrazione finanziaria, ma dalle prime ricerche non sembra che l’omicidio abbia avuto motivi economico-lavorativi. Dunque le Forze dell’Ordine indagano su una possibile disputa famigliare per degli immobili, discussione sorta durante la cena.



Leggi anche: