Scroll to Top

India, tenta di strangolare la suocera: smascherata da telecamera piazzata dal marito

Non si fida della moglie e decide di installare una telecamera, quello che scopre è raccapricciante: la donna tenta di uccidere l’anziana suocera strangolandola e colpendola violentemente con un mattone. Ma lei si difende: «Il video è falso, sono io la vera vittima»

India, tenta di strangolare la suocera: smascherata da telecamera piazzata dal marito

Immagini raccapriccianti quelle che mostrano una donna tentare di uccidere la suocera 70enne. La terrificante vicenda si è consumata il 5 gennaio scorso a Bijnor, nell’Uttar Pradesh, in India. La responsabile dell’inaudita e brutale aggressione è Sangeeta Jain, arrestata dalla polizia indiana una volta che le immagini, riprese da una telecamera piazzata in casa dal marito, hanno fatto il giro del web diventando virali. L’accusa per la nuora è di tentato omicidio. Fortunatamente la donna, decisa a far fuori Rajrani, questo il nome della suocera, non avendo le doti del killer professionista non è riuscita nel suo intento, e dopo aver picchiato e tentato di strangolare l’anziana per un paio di minuti ha deciso improvvisamente di lasciar perdere, per riprovarci probabilmente in un altro momento e per altre vie. Secondo la ricostruzione degli inquirenti Sandeep, marito di Sangeeta e figlio dell’anziana aggredita, non si fidava affatto della moglie, e anzi sospettava già qualcosa. Per questo motivo ha deciso di piazzare una telecamera nascosta per riprendere le sue azioni durante la giornata, mentre lui era via per lavoro. Non ha dovuto neppure attendere troppo tempo, evidentemente la donna era solita picchiare violentemente l’anziana suocera. Nel video, poi postato sui vari social, si vede Sangeeta entrare in cucina, dove dormiva Rajrani, avvicinarsi al suo letto e colpirla subito dalle spalle. Tenta di strangolarla, stringendole al collo un asciugamano, la colpisce ripetutamente con violenza alla schiena, e alla testa, con schiaffi, spintoni e pugni. Non riuscendo a strangolarla con l’asciugamano, prova con un pesante oggetto, o forse un mattone: glielo tira alle spalle e poi la colpisce alla testa, ma ancora non riesce a ucciderla. Poi rinuncia ed esce dalla stanza.

Vittima o artefice? La faccenda si fa sempre più complicata – La donna è stata incastrata da un video e arrestata, accusata dal marito di essere stata sempre violenta con lui e la madre. Ma la sua versione è totalmente differente. In procinto di divorziare da Sandeep, l’indiana dichiara che quel video è un falso e che le accuse del marito sono infondate. Inoltre, sempre a suo dire, sarebbe lei la vera vittima in quella famiglia. «Loro mi hanno picchiato tantissime volte, ma di quelle violenze non è mai stato girato un video», ha detto. E a sua volta accusa il marito di stupro coniugale. Adesso bisognerà capire se, come dice Sandeep, è vero che sia stata violenta con tutti per anni, o se abbia reagito colpita da un raptus improvviso, forse stufa di subire soprusi all’interno della famiglia. Fatto sta che l’uomo, durante l’interrogatorio, alla domanda sul perché abbia aspettato così tanto prima di sporgere denuncia, dal momento che le violenze andavano avanti ormai da anni, ha fatto scena muta. La faccenda è adesso ancora più complicata, ma le autorità sono decise ad andare a fondo per scoprire la verità.



Leggi anche: