Scroll to Top

Investe tre persone e fugge, poi la confessione: è stato un campione europeo di Volley

Il neo campione europeo di pallavolo si è presentato spontaneamente alla procura di Modena per confessare di essere lui il pirata della strada che venerdì notte ha investito tre persone: «Mi assumo le mie responsabilità. Sono sconvolto e dispiaciuto. Chiedo scusa a tutti». Intanto è stato sospeso temporaneamente dalla società Modena Volley

Investe tre persone e fugge, poi la confessione: è stato un campione europeo di Volley

Nella notte tra giovedì e venerdì ha investito tre persone mettendosi poi in fuga senza prestare soccorso alle vittime. Dopo tre giorni ha deciso di andare spontaneamente in Procura e costituirsi, confessando di essere lui il pirata della strada cui erano alla ricerca. Si tratta di Earvin N’Gapeth, 24 anni, schiacciatore della Francia e neo campione d’Europa di pallavolo e della Dhl Modena. Il giocatore era alla guida della vettura che venerdì notte ha travolto all’esterno di un locale tre uomini, finiti dopo l’impatto in un fossato, fuggendo subito dopo senza fermarsi a soccorrerli. Delle tre vittime, una è ricoverata all’Ospedale di Baggiovara di Modena in gravissime condizioni. Il pallavolista è stato sospeso momentaneamente dalla società Pallavolo Modena, che ha anche diffuso la notizia e riportato il commento del campione. «Sono sconvolto e dispiaciuto. Ho deciso di presentarmi davanti alla procura di Modena per assumermi le mie responsabilità. Chiedo scusa alle persone coinvolte, ai loro familiari, alla società, ai miei compagni di squadra, agli sponsor e ai tifosi per il mio comportamento. Spero che possano riprendersi presto, mi dispiace moltissimo», ha dichiarato N’Gapeth.

La nota del Modena Volley
«Earvin N’Gapeth si è assunto le sue responsabilità e questo è un elemento che riteniamo fondamentale per la nostra società, perché è coerente con i valori che stanno alla base della squadra e dello sport», ha fatto sapere in una nota la Modena Volley. «Proprio per questo abbiamo ritenuto giusto sospendere, in modo temporaneo, il giocatore dall’attività agonistica», hanno aggiunto dalla società, esprimendo dunque tutto il loro sostegno alle persone coinvolte nell’incidente e alle loro famiglie. Il noto schiacciatore francese in passato ha avuto altri guai con la giustizia. Tempo fa avrebbe infatti ritardato la partenza di un treno Parigi-Bordeaux dopo aver aggredito un controllore. In quell’episodio però il 24enne si era dichiarato innocente, ma questo lo valuterà il giudice a febbraio, quando ci sarà la prima udienza.



Leggi anche: