Scroll to Top

Juventus, record di infortuni stagionali: 41 finora. Stagione finita per Caceres

L’infermeria della Juventus torna a riempirsi, Caceres ha subito l’ultimo dei tanti infortuni di questa stagione, ben 41. Per il difensore bianconero rottura del tendine d’Achille, stagione finita. Che sfortuna per Massimiliano Allegri, che oltre al Napoli deve pensare anche ai tanti infortuni

Juventus, record di infortuni stagionali: 41 finora. Stagione finita per Caceres

La settimana appena trascorsa in casa Juventus la potremmo dividere in due momenti; il primo è il nuovo record di vittorie della squadra guidata da Massimiliano Allegri, ben 13, poi l’altra faccia della medaglia, diciamo il record negativo, 41 infortuni stagionali. L’ultimo nella lista è quello del difensore bianconero Martin Caceres, che durante la partita contro il Genoa è uscito in barella in lacrime, gli esami hanno evidenziato infatti la rottura del tendine di Achille e la prognosi è di almeno 6-8 mesi di stop. In settimana si erano aggiunti anche gli stop di Mario Mandzukic e Asamoah, entrambi si erano infortunati durante il match di Coppa Italia contro l’Inter: per loro lesioni muscolari di grave entità. La scorsa domenica, poi, nella partita contro il Chievo Verona sempre per problemi muscolari si ferma anche Khedira. Poi, come se la sfortuna si fosse accanita contro la Juventus, sempre per problemi muscolari non viene convocato per la sfida contro il Genoa nemmeno Chiellini, infortunio che però non è grave. In questa stagione sono ben 41 gli infortuni per i ragazzi di Allegri, 29 dei quali di tipo muscolare.

Simone Zaza ci mette troppo carattere
L’attaccante lucano, entrato al minuto 9 del secondo tempo subentrando a Morata, a gioco fermo entra in gamba tesa su Izzo; Russo non ci pensa un minuto ed estrae il cartellino rosso, gesto di troppa irruenza che fa imbestialire Allegri, che nel dopo gara dichiara: «Bisogna essere molto più calmi perché queste reazioni non servono a niente. Simone deve usare più il cervello ed evitare queste entrate. Ma questo errore lo aiuterà a crescere».



Leggi anche: