Scroll to Top

La festa del papà tra storia, regali e dolci: tutto quello che c’è da sapere

La festa del papà in Italia si tiene il 19 marzo, e trova riscontro anche in tantissimi altri paesi in tutto il mondo, come gli Stati Uniti o nel Regno Unito, dove si tiene invece durante la terza domenica di giugno

La festa del papà tra storia, regali e dolci, tutto quello che c'è da sapere

E’ una delle festività più sentite in tutto il nostro paese, e non solo, in maniera particolare per l’importanza che la figura del papà riveste in ogni famiglia: la festa del papà, che in Italia si tiene il 19 marzo, trova riscontro anche in tantissimi altri paesi in tutto il mondo, come gli Stati Uniti o nel Regno Unito, dove si tiene invece durante la terza domenica di giugno. Relativamente proprio alla data dei festeggiamenti, nei paesi cattolici viene fatta cadere proprio il 19 marzo perché è giorno che viene associato, dalla Chiesa, a san Giuseppe, il padre putativo di Gesù. In alcuni paesi, come la Russia, la festa del papà viene associata ai padri all’interno del loro ruolo nazionale; proprio nel paese ex sovietico questa festa è più nota come quella dei “difensori della patria”, mentre in Thailandia coincide esattamente con il compleanno di Rama IX, uno dei sovrani più amati dal paese orientale. La storia della festa del papà: la storia della festa del papà come la vediamo oggi, nasce nel corso dei primi anni del XX secolo, in maniera esattamente parallela alla festa della mamma, che invece festeggia quest’altra importante figura familiare. Oltre che stare in famiglia, proprio con il padre, questa festa vede spesso il dare dei regali per la festa del papà, anche se dobbiamo dire che il livello commerciale raggiunto da questa festa è ancora minore rispetto a quello di altre festività simili.

La prima volta in cui il babbo è stato festeggiato è stato il 5 luglio 1908, presso Fairmont, città degli USA situata nella Virginia Occidentale. In realtà, la prima donna ad ufficializzare la festa fu Sonora Louise Smart Dodd, la quale organizzò una festa in onore dei “padri” il 19 giugno 1910 presso Spokane, senza però essere a conoscenza degli eventi di due anni prima a Fairmont. La festa venne organizzata a giugno perché era il mese in cui festeggiava il compleanno il padre della donna, un veterano della guerra di secessione americana.

La festa del papà in Italia
Nel nostro paese, come detto, la festa del papà si tiene il 19 marzo, e oltre a tutta una serie di regali che figli e figlie fanno ai rispettivi padri, si è soliti anche mangiare dei dolci in compagnia. Non c’è un dolce tipico italiano per questa festa, dato che si cambia per lo più in base alla regione: in Toscana e in Umbria sono diffuse le frittelle di riso (realizzate con riso aromatizzato con spezie e liquori), mentre nella maggior parte delle regioni del centro – sud Italia si è soliti mangiare le “zeppole”, o Bignè di San Giuseppe (come si chiamano a Roma), dolci realizzati con della pasta simile ai bignè, fritti o al forno, con sopra della crema pasticciera e della marmellata di amarene. Nel nord Italia, invece, il classico dolce di questa festa è la raviola, un involucro di pasta frolla con della crema di ripieno, fritta o cotta al forno.



Leggi anche: