Scroll to Top

La figlia di Vanna Marchi: “Scusarci? Mai! Non siamo criminali, i truffati solo dei cornuti”

Stefania Nobile non ha nessuna intenzione di scusarsi dei raggiri: «I truffati? Sono dei furbi! Hanno speso 100mila lire dell’epoca e si son visti risarcire dei patrimoni. Che conseguenze hanno subito? E comunque se io ti chiedo i soldi e tu me li dai, il cog…ne sei tu»

La figlia di Vanna Marchi: "Scusarci? Mai! Non siamo criminali, i truffati solo dei cornuti"

«Noi criminali? La differenza tra le “Vanne Marchi”, come ci chiamano, e i criminali di oggi è che noi chiedevamo i soldi e ce li davano. Adesso invece se li prendono e basta. Eravamo meglio noi». A parlare è Stefania Nobile, figlia di Vanna Marchi, in un’intervista alla trasmissione radiofonica La Zanzara su Radio 24. Condannate a 10 anni di galera per associazione a delinquere, truffa e bancarotta, oggi dopo malori, sconti e sospensioni di pena, semilibertà e periodo di affidamento in prova, sono completamente libere. Lo ha deciso il magistrato di Sorveglianza di Milano lo scorso 30 ottobre accogliendo l’istanza dei loro legali per la libertà anticipata. E liberamente e senza giraci troppo la Nobile dà la colpa alle vittime, anzichè scusarsi dei suoi raggiri e di quelli della madre. Ed esordisce così al microfono di Giuseppe Cruciani: «Sono dei furbi! Hanno speso 100mila lire dell’epoca e si son visti risarcire dei patrimoni. Che conseguenze hanno subito? Malati? Ma nessun malato chiama i maghi, erano tutti cornuti o volevano sapere altre cose. Se io ti chiedo i soldi e tu me li dai, il cog…ne sei tu». Ma alla figlia della televenditrice più famosa d’Italia non va giù il fatto che «a questo e a quell’altro vengono praticati sconti di pena, che sono tutti liberi, o che vanno in discoteca a fare i fenomeni». «Sono tutti liberi, e in galera ci siamo andate solo io e mia madre?», si chiede Stefania. E aggiunge: «Non chiederemo mai scusa, abbiamo pagato la nostra pena. Ci sono persone che ne hanno fatte di tutti i colori e si lavano la coscienza con una parolina: scusa».

Adesso potrebbe tornare in tv
Vanna Marchi, invece, a 73 anni suonati non guarda al passato e pianifica il suo imminente ritorno in tv: «Sono felice e farò tante belle cose. Prima di tutto, un programma notturno dalle 23 alle 24». La Marchi che tutti conoscono come la donna dei “d’accordo?”, urlati durante le vendite in televisione, non si accontenta dunque di essere contattata per diverse ospitate televisive, ma punta ad un programma tutto suo. Con la speranza che il lupo non perdi solo il pelo.



Leggi anche: