Scroll to Top

L’appello dell’Isis ai migranti: “Tornate a casa e potrete contare su di noi”

L’Isis tenta ancora di fare presa sui migranti e convertirli alla radicalizzazione. Il messaggio del Califfo in un video-patchwork: «Tornate a casa. Qui troverete il calore umano e la sicurezza. Voi siete la nostra famiglia, vi difenderemo»

L’appello dell’Isis ai migranti: "Tornate a casa e potrete contare su di noi"

Solo pochi giorni fa i jihadisti pubblicavano la foto del piccolo Aylan Kurdi, morto su una spiaggia turca, accompagnata dalla scritta in inglese «Il pericolo di abbandonare la Casa dell’Islam». Un messaggio volutamente pensato per mettere in guardia chiunque fosse pronto a lasciare il Medio Oriente per raggiungere l’Europa. E oggi arriva un altro messaggio di propaganda jihadista, una sorta di video-patchwork fatto circolare nei canali legati al Califfato, rivolto ancora e direttamente «a tutti i profughi delle terre della coalizione cristiana»: «Tornate a casa e potrete contare su Dio e sullo Stato Islamico. Qui troverete il calore umano e la sicurezza». Il filmato descrive l’odissea di chi bussa alle porte dell’Europa e mostra alcune recenti immagini di profughi respinti e arrestati nei Balcani, e di alcuni salvataggi nel Mediterraneo. Il tutto accompagnato da forti testimonianze e una canzone di sottofondo carica di dolore e tristezza. Al terzo minuto del video è lo stesso Abu Bakr al-Baghdadi a intervenire e rivolgersi ai migranti: «I nostri cuori sono spezzati. Avete lasciato le vostre abitazioni e i vostri Paesi, ora siete profughi. Tornate a casa e potrete contare su Dio e sullo Stato islamico. Qui troverete il calore umano e la sicurezza. Voi siete le nostre famiglie, e noi difenderemo voi e i vostri beni. Vogliamo la vostra dignità, la vostra sicurezza e la vostra salvezza dall’inferno».

L’appello dell’Isis ai migranti: "Tornate a casa e potrete contare su di noi"

«Da noi tutti vivono con dignità, stanno bene economicamente e vivono la loro vita familiare e lavorativa sotto l’ombrello della Sharia, grazie a Dio. Dovete contare su Dio e sullo Stato Islamico», dice ancora il Califfo con l’intento di invogliare i migranti a convertirsi allo Stato islamico. Con questo nuovo video, si rischia effettivamente che l’operazione di propaganda avviata dal Califfato faccia presa tra i migranti che, vedendo tradite le loro aspettative dopo il viaggio verso l’Europa, potrebbero rispondere positivamente all’invito alla radicalizzazione.



Leggi anche: