Scroll to Top

Modella indiana si toglie la vita, era stanca delle continue violenze subite dal marito

Priyanka Kapoor Chawla, aspirante modella indiana, si è tolta la vita impiccandosi nella sua abitazione. Alla base del folle gesto l’errore di aver sposato un uomo che non solo l’aveva privata di tutto ma esercitava su di lei continue violenze fisiche e psicologiche

Modella indiana si toglie la vita, era stanca delle continue violenze subite dal marito

Priyanka Kapoor Chawla aveva solo 25 anni, si è tolta la vita nella giornata del 29 marzo 2016 nella sua abitazione in South Delhi, in India. A dare l’allarme la famiglia che non riusciva a mettersi in contatto con lei. Gli agenti l’hanno trovata impiccata nella sua abitazione. Accanto al suo corpo un biglietto con delle semplici ma crude parole. «Sposarmi è stato il peggior errore della mia vita. Non sopporto più tutto questo dolore», questo il testo scritto dalla stessa Priyanka, prima di porre fine alla sua giovane vita. La bellissima e giovanissima ragazza, aveva sposato pochi mesi fa Nitin Chawla, 35 anni, un ricco uomo d’affari. Nitin aveva dovuto sudare la sua mano, Priyanka inizialmente era interessata solo a realizzare il suo sogno, quello di diventare modella. Ma Nitin non si era mai arreso, dopo un corteggiamento assiduo, fatto di mille attenzioni, contro il volere della famiglia della stessa Priyanka, è riuscito a conquistarla e a portarla all’altare. «Nitin era pazzo di lei. Veniva a casa nostra ogni mattina con dolci e fiori per chiedere di vederla. Mia madre era contro le nozze, perché lui aveva 10 anni più di lei e un matrimonio finito alle spalle. Ma, nonostante i nostri rifiuti, lui continuava a presentarsi alla nostra porta. Un giorno supplicò mia madre in lacrime: disse che sarebbe morto se non avesse sposato mia sorella», queste le parole di Dimpy, sorella di Priyanka. «Non siamo mai stati a favore di questo matrimonio, ma non potevamo mai immaginare che lui fosse un violento», ha aggiunto.

Un amore ossessivo e violento quello di Nitin
Nitin provava un amore ossessivo e violento per Priyanka. Una volta sposati la giovane si è dovuta privare dell’amicizia dei suoi amici più cari, del lavoro di modella che amava e di ogni forma di vita sociale. Il marito la privava di tutto. «Quell’uomo era ossessionato, una volta ha provato a disubbidirgli e Nitin l’ha picchiata a sangue. Aveva l’abitudine di rinchiuderla in casa e torturarla per ore», queste le agghiaccianti parole di Vijay, una cara amica di Priyanka.



Leggi anche: