Scroll to Top

Monza, genitori denunciano: “Nostro figlio fuori dall’aula perchè gay”

I carabinieri di Monza stanno indagando sul caso di un sedicenne, frequentante un istituto cattolico, che da una settimana sarebbe costretto a stare fuori dall’aula perchè gay; secondo i genitori, la decisione del preside sarebbe dovuta a una foto del ragazzino con un altro compagno postata su Facebook

Monza, genitori denunciano: "Nostro figlio fuori dall'aula perchè gay"

Da una settimana o due uno studente sedicenne, che frequenta un istituto cattolico di Monza, sarebbe costretto a stare fuori dalla sua aula perchè è omosessuale; la decisione, ideata dal preside dell’istituto nell’interesse, a suo dire, del ragazzino, sarebbe stata presa a causa di una fotografia scattata dallo studente insieme ad un altro ragazzo e postata su Facebook. A denunciare l’accaduto sono stati i genitori del sedicenne, i quali hanno scritto una mail al preside dell’istituto cattolico e poi l’hanno mandata alla stampa locale. I carabinieri di Monza stanno ora indagando sull’accaduto. «Le decisioni adottate sono state prese solo ed unicamente nell’interesse del ragazzino – ha dichiarato il preside – in ogni caso non lo abbiamo confinato nel corridoio, ma in uno spazio apposito proprio per tutelarlo rispetto a quello che stava accadendo in classe. Il caso è venuto fuori quando lo studente ha postato sui social una foto scattata assieme ad un altro ragazzo – ha proseguito il preside – e la foto è stata segnalata ad un insegnante da un altro studente». Cosa raffiguri quella foto non è stato specificato, comunque sul caso è intervenuto anche l’Arcigay chiedendo l’intervento del ministero: «E’ un fatto gravissimo ed inconcepibile – ha dichiarato Flavio Romani, presidente dell’Arcigay – se i fatti dovessero rivelarsi reali, allora il ministero dovrebbe intervenire ed applicare qualsiasi strumento per sanzionare una pratica discriminatoria grave ed estremamente dannosa».



Leggi anche: