Scroll to Top

Napoli, sedicenne accoltellato da un coetaneo: aveva insultato sua sorella

L’aggressore è stato subito arrestato. In Questura ha riferito di aver agito in difesa della sorella, ripetutamente offesa dal sedicenne ferito

Napoli, sedicenne accoltellato da un coetaneo: aveva insultato sua sorella

Un ragazzo di 16 anni è stato accoltellato da un coetaneo al termine di un banale litigio. Il ferimento è avvenuto alle 13:30, vicino alla fermata dell’autobus nei pressi di corso Malta, a pochi passi dall’Istituto Caruso, nel quartiere di Poggioreale, a Napoli. Proprio all’ora in cui è suonata la campanella e gli studenti stavano uscendo da scuola, i due coetanei hanno avuto lo scontro. Prima avrebbero discusso animatamente e poi sarebbero arrivati alle mani, fino al tragico epilogo. Dalle prime indiscrezioni era emerso che i due erano rivali in amore e la lite, poi degenerata, sarebbe avvenuta per futili motivi, forse per un corteggiamento troppo pressante del ragazzo ferito alla fidanzata dell’altro. Ma nel corso delle indagini le autorità hanno scoperto che l’aggressore avrebbe agito in difesa della sorella, ripetutamente insultata dall’aggredito, suo ex fidanzato. Il sedicenne, che secondo quanto riferisce la polizia non frequentava alcun istituto dell’area vicina, è stato accoltellato dal coetaneo sotto al braccio e alla gamba. Il primo fendente gli ha perforato il polmone. Immediato l’arrivo sul posto dei sanitari del 118 che hanno prestato al giovane le prime cure, continuate poi al Loreto Mare. Il ragazzo pare che si trovi in gravi condizioni e attualmente è sottoposto ad un intervento chirurgico. Sull’episodio indaga la Polizia, che già ha identificato e arrestato l’aggressore. Quest’ultimo, portato in Questura, ha spiegato la sua versione dei fatti: avrebbe accoltellato il suo coetaneo dopo una serie di insulti rivolti alla sorella, che sarebbe anche l’ex fidanzata del ragazzo ferito. Tutti i ragazzi presenti al momento della rissa e del ferimento sono sottoposti adesso ad interrogatori per aiutare nella ricostruzione dei fatti.



Leggi anche: