Scroll to Top

Piacenza, Fabrizio Alba ritrovato senza vita in un bosco: era scomparso da casa martedì

Il cadavere di Fabrizio Alba, scomparso martedì da Piacenza, è stato ritrovato riverso nella vegetazione di un bosco nel comune di Farini: non si esclude che possa essere morto in seguito ad una caduta accidentale mentre passeggiava. Accanto al corpo ritrovata una borsa con medicinali

Piacenza, Fabrizio Alba ritrovato senza vita in un bosco: era scomparso da casa martedì

È stato ritrovato la mattina del 30 giugno in un bosco nel comune di Farini, in alta Val Nure, il cadavere di Fabrizio Alba, il 43enne piacentino scomparso da casa martedì. Il corpo dell’uomo, la cui scomparsa è approdata anche alla trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” dopo l’allarme dei familiari, preoccupati dalle sue precarie condizioni di salute, è stato ritrovato riverso nella vegetazione del bosco poco dopo le 9 di giovedì da una squadra dei cinofili dei vigili del fuoco di Piacenza, impegnati nelle ricerche con la collaborazione dei carabinieri della Compagnia di Bobbio, dei volontari della Croce rossa di Farini e di Piacenza, e del Soccorso alpino. La sua auto sarebbe stata trovata abbandonata nella zona la sera precedente al ritrovamento, permettendo così ai soccorritori di restringere il campo delle ricerche. Pare che vicino al cadavere sia stata ritrovata una borsa con dei medicinali. Ancora non si conoscono le cause certe del decesso, ma chi indaga non esclude che il 43enne possa anche essere morto in seguito ad una caduta accidentale mentre passeggiava nel bosco, o addirittura che possa essersi trattato di un gesto estremo. Sul posto sono intervenuti il medico del 118 e il personale sanitario della postazione di Farini, che ne hanno constatato il decesso. Da un primo accertamento pare che Alba fosse morto già da diverse ore. Le indagini sono affidate al Nucleo Investigativo dei carabinieri di Piacenza, con il coordinamento della Procura della Repubblica e del pubblico ministero Antonio Colonna.

Necessitava di assumere quotidianamente farmaci
Della scomparsa del 43enne piacentino se ne stava occupando anche la trasmissione di Raitre “Chi l’ha visto?”, dopo l’allarme dei familiari che non avevano nessuna sua notizia da martedì mattina, quando era partito da casa per andare a lavoro. Nel corso della trasmissione, andata in onda il 29 giugno, i parenti avevano evidenziato che Alba necessitava di assumere farmaci quotidianamente e che poteva trovarsi in stato confusionale. Vicino al cadavere è stata infatti ritrovata una borsa con medicinali.



Leggi anche: