Scroll to Top

Raduno Casapound: la manifestazione è proseguita nonostante il divieto

Nonostante la conferma della Prefettura per la revoca del raduno nazionale del movimento Casapound, l’evento è andato avanti per tutta la giornata di ieri a Castano Primo, nel Milanese

Raduno Casapound: la manifestazione è proseguita nonostante il divieto

La Prefettura aveva revocato l’autorizzazione, come richiesto dal comune di Castano Primo (Mi), ma il raduno nazionale di Casapound è andato comunque avanti per tutta la giornata di sabato nell’area feste del comune lombardo a trenta chilometri da Milano. Alla fine, lo spazio di via Mantegna non è stato sgomberato dal palco colmo di stand e bandiere italiane portati da Casapound; ma perlomeno non si sono neanche verificati i tanto temuti disordini. Nell’area si sono presentate circa 200 persone aderenti al movimento e ad altre associazioni di estrema destra, mentre gli accessi sono stati presidiati da una cinquantina tra poliziotti e carabinieri. Il raduno era iniziato venerdì sera alle 18 con un convegno sull’immigrazione moderato dal giornalista di “Libero” Francesco Borgonovo e con il senatore della Lega Nord Raffaele Volpi; la manifestazione è poi proseguita per tutta la giornata di sabato con una serie di incontri tra associazioni di destra e l’apertura di stand con libri e cd musicali. Venerdì il sindaco di Castano Primo, Giuseppe Pignatiello, eletto con una lista civica di centrosinistra, aveva revocato l’autorizzazione per l’utilizzo dell’impianto comunale per la festa, revoca poi confermata sabato dalla Prefettura di Milano. Adesso, i partecipanti al raduno rischiano una denuncia per manifestazione non autorizzata, ma questo non fa alcuna paura al presidente nazionale di Casapound, Gianluca Iannone: «Se ci arriverà una denuncia, la metteremo nella nostra collezione – ha dichiarato – la revoca dell’autorizzazione è stato un atto di prepotenza, e noi le prepotenze le combattiamo». Sabato alla manifestazione sono arrivati anche i frequentatori del vicino centro sportivo incuriositi dalla presenza delle forze dell’ordine.

Raduno Casapound: la manifestazione è proseguita nonostante il divieto



Leggi anche: