Scroll to Top

Rapper Moreno accusato di aggressione e denunciato da Miss Simpatia dopo un brusco litigio

La giovane artista ha accusato Moreno di aggressione verbale e fisica: «Mi ha strappato i capelli, ha cercato di spezzarmi le dita»; lui ha però smentito tutto: «Abbiamo litigato, è vero. Sono volate parole di troppo, ma è stata lei a spingermi, io mi sono aggrappato a lei afferrandole la mano per non cadere. Mi ha tirato in ballo solo per essere al centro dell’attenzione»

Rapper Moreno accusato di aggressione e denunciato da Miss Simpatia dopo un brusco litigio

Gravi accuse rivolte al rapper Moreno dalla collega Sandra Piacentini, in arte Miss Simpatia, che lo avrebbe denunciato per aggressione verbale e fisica. Il duro litigio, che risale al 22 marzo scorso, è stato raccontato dalla giovane anconetana sulla sua pagina Facebook, dove, facendo preoccupare tutti i suoi fan, oltre che scatenare stupore e indignazione per l’atteggiamento del rapper genovese, ha spiegato di essere stata minacciata a morte, aggredita e insultata pesantemente dal collega a Madrid, quando i due erano di ritorno dal Messico. «Mi ha strappato i capelli, ha cercato di spezzarmi le dita», ha scritto Miss Simpatia sul social, descrivendo Moreno come un uomo violento. A quel punto l’artista ha dato la sua versione, smentendo tutto e aggiungendo che si sarebbero anche incontrati per chiarire la spiacevole situazione: «A seguito della pubblicazione di alcune notizie false e gravemente lesive sia del mio onore di uomo che della mia immagine di artista, intendo chiarire questa assurda vicenda (avendo già demandato alle sedi opportune l’individuazione delle relative responsabilità). Si, è vero, io e la Signora Piacentini siamo partiti per il Messico insieme e, al ritorno, durante lo scalo a Madrid, abbiamo litigato. La discussione è nata perché non ci siamo trovati all’appuntamento per andare in aeroporto. Ho sbagliato perché mi sono innervosito e sono volate parole di troppo. Dopo avermi offeso pesantemente, la Signora Piacentini mi ha spinto, io mi sono aggrappato a lei e le ho afferrato una mano per non cadere».

«Non ci sono state violenze né occhi neri»
L’artista, diventato famoso grazie alla sua partecipazione ad “Amici”, ha poi spiegato sul suo profilo Facebook che la giovane rapper ha voluto incontrarlo poco dopo i presunti fatti: «La Signora Piacentini mi ha chiesto di raggiungerla in camera, dandomi l’indirizzo del suo albergo (singolare che abbia invitato in camera il suo aggressore! Strano anche che, vedendomi arrivare, non abbia chiamato la polizia o che mi abbia aperto la porta della camera, no?). In albergo da lei abbiamo parlato e abbiamo fatto pace. Non ci sono state aggressioni, né violenze né occhi neri (come confermato dalla stessa Piacentini che ha provato prima a far credere di avere un occhio incerottato dovendo poi ricorrere ad attribuire la benda ad una congiuntivite improvvisa). Purtroppo non è la prima volta che la Signora Piacentini tira in ballo persone che lavorano nel settore della musica per attirare l’attenzione».



Leggi anche: