Scroll to Top

Renzi sul governatore De Luca: “Procederemo con la sospensione”

Renzi sul governatore De Luca: "Procederemo con la sospensione"

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, a margine del consiglio dei ministri, convocato per decidere del caso dell’impresentabile Vincenzo De Luca, che alla fine è stato eletto governatore della Regione Campania, ha fatto sapere per la prima volta che «la Legge Severino vale per tutti» e per tale motivo si intende procedere «alla sospensione». «Vogliamo garantire – ha spiegato il premier – il diritto del Consiglio Regionale a costituirsi e il principio per il quale la legge Severino vale per tutti e per la prima volta sarà applicata non a una figura istituzionale in carica ma che deve essere proclamata» ed è dunque «nostro intendimento procedere alla sospensione come previsto dalla legge Severino del presidente della Regione Campania. Stiamo attendendo che i ministri competenti possano fare i loro pareri e che l’Avvocatura dello Stato ci spieghi come si deve svolgere la procedura». Secondo Renzi è «evidente che si tratta di un provvedimento inedito, per la prima volta si deve applicare la legge Severino non a una figura istituzionale in carica ma che deve essere proclamata e che deve entrare in carica a tutti gli effetti per questo abbiamo chiesto formalmente di conoscere quali procedure seguire e nelle prossime ore immaginiamo di procedere rispettando legge e procedure».

Riforme
«Non passa giorno senza che noi portiamo avanti la bandiera delle riforme strutturali. Il governo è impegnato a fare tutto ciò in cui si è impegnato con i suoi cittadini. Siamo nelle condizioni di portare l’Italia là dove deve stare».

Immigrati
«L’Italia non rinuncia alla propria storia di civiltà per mezzo punto nei sondaggi. E’ un grande Paese che continuerà a salvare vite umane, che continuerà a rimandare indietro coloro che non hanno diritto all’asilo. Ma l’Italia questa partita la vuole gestire insieme all’Ue. Se non coglie questa occasione, l’Ue perde la propria identità, la propria dignità e perde se stessa».



Leggi anche: