Scroll to Top

Roma, approvato l’emendamento al bilancio: tagli agli sprechi e più risorse

Il Campidoglio approva l’emendamento al bilancio. Ci saranno più investimenti per servizi tra cui 18,5 del tesoretto del fondo di riserva. Nel corso del 2017 si prevedono migliorie nei servizi urbani, scuole, parchi e progetti sociali per stranieri minori, persone con sindrome di down e anziani

Roma, approvato l'emendamento di bilancio: tagli agli sprechi e più risorse

È stato approvato in giunta comunale l’emendamento per il bilancio di previsione e di programmazione triennale. La giunta della sindaca Virginia Raggi, riunitasi durante il pomeriggio del 18 gennaio, ha così stabilito una manovra da 81 milioni di euro per il 2017 e che prevederà in futuro, oltre 110 milioni d’investimenti in più per l’anno corrente. Più precisamente, nella parte corrente del 2017, si prevedono oltre 72 milioni di spese in più sia per servizi che manutenzione. Inoltre, altri 9 milioni, di cui solo in parte, saranno destinate alle spese per investimenti e parte al fondo di passività potenziali. In totale, tra le maggiori entrate, ci saranno: 28 milioni di fondi giubilari già salvati dalla giunta Raggi con l’indizione delle gare entro il 2016; 9,5 milioni di molte altre risorse vincolate; altri 25 milioni di maggiori entrate e, in aggiunta anche circa 18,5 milioni dal “tesoretto” del fondo di riserva. Quest’ultimo sarà utilizzato per risolvere le esigenze emerse in sede di commissione bilancio.

24 milioni per i servizi urbani; 9 milioni per alberature
Il piano di bilancio, inoltre, prevede anche il miglioramento, nonché la manutenzione dei servizi urbani. Per quest’ultimo servizio, nel corso del 2017, saranno spesi otre 24 milioni. Mentre, per gli istituti scolastici di tutta la provincia ci saranno oltre 17,5 milioni di cui 2 saranno utilizzati per la verifica della vulnerabilità sismica degli stessi edifici. Infine, ci sarà anche manutenzione di parchi e di alberature: in questo campo è previsto un costo di 9 milioni. In questo piano di 60 milioni di euro per le politiche sociali nel 2017, sono compresi anche 8 milioni in più che sono destinati all’accoglienza di minori stranieri non accompagnati, a progetti dedicati a persone con sindrome di Down, sostegno ad anziani e a clochard.

Infine, nel piano triennale degli investimenti 2017-2019 per trasporti e mobilità, ai 350 milioni già segnati nel bilancio iniziale, si andranno ad aggiungere anche 80 milioni per l’intero triennio previsti dall’emendamento di giunta. In totale 297 milioni verranno destinati alla metro C; 87 milioni alla mobilità sostenibile e piano ciclabilità (in programma anche 8,3 milioni per il Grab); 24,3 milioni per metro B e deposito Magliana; 15,3 milioni per corridoi Eur-Tor de Cenci ed Eur-Tor Pagnotta. «Oggi Roma riparte perché si parla di tagli agli sprechi e più risorse per i cittadini», ha esordito l’assessore al Bilancio Andrea Mazzillo.



Leggi anche: