Scroll to Top

Roma: ex fotografo drogava, violentava e derubava ragazze in cerca di fama. 27 i casi

L’uomo era stato accusato degli stessi reati anche nel 2002. Prometteva alle sue vittime un lavoro nel mondo dello spettacolo, poi le drogava per violentarle e derubarle. Attualmente è recluso presso il carcere Regina Coeli

Roma: ex fotografo drogava, violentava e derubava ragazze in cerca di fama. 27 i casi

I Carabinieri della Stazione Prati hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Claudio Franciosi, ex fotografo romano di 63 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine. Le accuse sono di violenza sessuale, rapina aggravata, lesioni aggravate, furto e utilizzo indebito di carte di pagamento. Da quanto riferito dalle autorità l’uomo adescava da tempo ragazze su internet, tramite alcuni annunci con cui prometteva un lavoro come hostess e accompagnatrici di clienti facoltosi. Quando le ragazze accettavano di incontrarlo per discutere dei dettagli lui le invitava in alberghi di lusso, a Roma o Milano. Si faceva aspettare direttamente in camera, per eludere i controlli della reception, e una volta presentatosi, fingendo di essere una persona facoltosa, le drogava. Infine le violentava e le derubava. Nel novembre del 2013 l’ex fotografo dopo diverse segnalazioni è stato incastrato da una donna Carabiniere, che si era finta interessata all’annuncio. Si incontrarono, sempre in un hotel di lusso, e prima che l’uomo riuscisse a drogarla lei lo ha ammanettato e trasportato in caserma. Le indagini sono proseguite fino agli ultimi accertamenti di oggi: i casi registrati dal 2013 ad oggi sono passati da 10 a ben 27. Inoltre è emerso che già nel 2002 l’uomo si fingeva regista con le sue vittime promettendogli un lavoro nel suo campo. Anche allora era stato arrestato e accusato degli stessi reati.

Le vittime tutte donne straniere in cerca di fama
Da quanto riportato pare che le sue vittime fossero tutte donne provenienti da città del nord o straniere. Accumunate dal bisogno di guadagnare, o dal desiderio di fama, si fidavano di lui e della sue promesse e accettavano di incontrarlo, convinte si trattasse di un uomo influente nel mondo dello spettacolo. Mai avrebbero immaginato che in realtà si trattava di uno stupratore seriale. Al termine delle indagini i militari hanno chiesto e ottenuto l’ordinanza restrittiva, da parte del Tribunale di Roma, che è stata notificata a Claudio Franciosi presso il carcere di Regina Coeli dove è attualmente recluso.



Leggi anche: