Scroll to Top

Roma: posturologo violentava minorenni durante le sedute, incastrato dalle telecamere

Ai domiciliari un posturologo romano accusato di violenza sessuale aggravata e continuata su minorenni che si presentavano nel suo studio per delle sedute. Diceva loro che doveva effettuare pratiche invasive. Denunciato da due minorenni, è stato colto sul fatto dalle telecamere installate nella sala massaggi

Roma: posturologo violentava minorenni durante le sedute, incastrato dalle telecamere

E’ ignobile, scandaloso. E’ quasi irreale, che ci siano medici ancora che al giorno d’oggi fanno tutt’altro che del bene ai pazienti. E’ scandaloso anche il pensare che nessuno sapesse che il medico in questione facesse pratiche non attinenti alla propria materia medica. E’ impensabile che con tutte le persone che sono state curate dal suddetto medico, hanno denunciato i suoi abusi solo in tre, minorenni. Un medico di grande fama tra la borghesia romana. Nel quartiere parioli. Lì c’è lo studio medico del dottor R.G., 64 anni, medico posturologo. Riceve pazienti di tutte le età che per questioni di postura sono costrette a consultare uno specialista osteopata. Il medico tratta di quella branca della medicina alternativa che studia i rapporti tra la postura del corpo e determinate patologie che conseguirebbero altri problemi in altre parti del corpo. Un bravo collega e un bravo dottore, dicono tutti coloro che hanno avuto a che fare con lui. Nessuno l’avrebbe immaginato che dopo aver effettuato le proprie pratiche mediche seduceva e seviziava delle giovani pazienti, costringendole ad atti sessuali. Le vittime degli abusi, o meglio, fino ad ora coloro che hanno affermato di aver subito abusi sessuali dall’incriminato, sono due ragazzi di 15 anni ed una ragazza di 13. E’ stato quasi un caso che i ragazzi abbiano detto ai genitori cosa facessero durante le sedute, soprattutto perché il medico diceva loro che era tutto normale quando l’invitava a spogliarsi totalmente. In certe occasioni, l’indagato sosteneva di dover necessariamente effettuare delle manipolazioni invasive per ragioni terapeutiche. Quando i ragazzi si ribellavano, ammettendo di non volersi spogliare, il medico diceva loro che visto che rifiutavano tali pratiche da un dottore del suo rango, avrebbe fatto in modo che nessun altro medico romano le avrebbe curate. Allora a quel punto i ragazzi, soprattutto la piccola 13enne, cedevano e si lasciavano fare dal dottore i “massaggi specifici” che lo specialista cambiava poi a seconda dell’età, del sesso e dell’avvenenza dei pazienti.

Le indagini e l’arresto
Le indagini sono state avviate a seguito di una segnalazione al Servizio Emergenza Infanzia 114. Il padre della 13enne aveva chiamato al servizio, lamentandosi del comportamento di un medico che aveva ripetutamente toccato le parti intime di una minorenne. Sono stati subito avvertiti i carabinieri e la polizia per indagare sulle sedute e sulle pratiche poco mediche del dottore. Nello specifico, il gip del Tribunale di Roma ha accolto la richiesta della locale Procura, che ha coordinato le indagini, di installare una telecamera nelle sale di massaggi. Il “dottore” è stato così beccato sul fatto. Gli agenti della squadra mobile della questura di Roma hanno subito fatto irruzione nella stanza, arrestando R.G. che ora è sotto gli arresti domiciliari, in attesa di processo. Il dottore ha dichiarato la sua innocenza ammettendo che tale pratica dev’essere invasiva in quanto per migliorare la postura è necessario intervenire anche in altri punti. Un falso ovviamente poiché la posturologia non ammette e non esercita alcuna tecnica di manipolazione invasiva e non richiede affatto la nudità del paziente. A protezione delle vittime, è bene dunque cercare di approfondire le diverse cure che la medicina alternativa ci offre per non incappare in altri dottori tutt’altro che professionali.



Leggi anche: