Scroll to Top

Roma: sparatoria nella notte a Ponte di Nona, uccisi due pregiudicati

La scorsa notte, due uomini sono rimasti uccisi a colpi di pistola alla periferia della Capitale, nei pressi di Ponte di Nona; i due, entrambi romani e pregiudicati, non hanno avuto scampo. Si indaga nel mondo dello spaccio di stupefacenti

Roma: sparatoria nella notte a Ponte di Nona, uccisi due pregiudicati

Due pregiudicati sono stati uccisi la scorsa notte alla periferia di Roma, in zona Ponte di Nona; i due, Fabrizio Ventre, 26 anni, e Mirko Scarozza, di 35, sono stati feriti a colpi di pistola rispettivamente al fianco destro e alla testa. Il primo è poi morto durante il trasporto verso l’ospedale, il secondo mentre era in sala operatoria. L’agguato mortale è avvenuto intorno alla mezzanotte in via Raul Follereau, all’incrocio con via Berta Von Suttener; sul luogo sono giunti per effettuare i rilievi i carabinieri del Nucleo Investigativo di Frascati insieme ai colleghi della compagnia di Tivoli; i militari non escludono che l’omicidio dei due pregiudicati possa essere legato al mondo dello spaccio delle sostanze stupefacenti e stanno indagando seguendo proprio questa pista. Poco dopo la sparatoria, i carabinieri hanno istituito posti di blocco ed effettuato alcune perquisizioni nella zona sud-est della Capitale, precisamente tra i quartieri Tor Bella Monaca, Borghesiana e Casilino. Al vaglio ci sono molte ipotesi, compresa quella che i due possano essersi feriti a vicenda, almeno stando ad una telefonata di segnalazione giunta ai carabinieri subito dopo il fatto di sangue; sul posto non sono state neppure rinvenute armi, il che lascia supporre che qualcuno abbia provveduto a ripulire la scena prima dell’arrivo dei militari.

Sono state acquisite le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza della zona – Si indaga comunque a 360 gradi. Sono state anche acquisite le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza presenti nella zona circostante, mentre non ce ne sarebbero sul posto della sparatoria, che è un luogo isolato. E’ stata intanto disposta l’autopsia dei due cadaveri per capire se i due giovani siano stati uccisi con la stessa pistola oppure con armi diverse, al fine di chiarire anche la dinamica dell’agguato.



Leggi anche: