Scroll to Top

Roma: violentarono una studentessa svedese, arrestati un ucraino e un egiziano

Era successo lo scorso settembre nella Capitale: i due, camerieri in un locale del centro, avevano abusato di una studentessa svedese dopo averla riempita di droga e alcol e che versava quindi in uno stato di semi incoscienza. Indagata a piede libero una terza persona

Roma: violentarono una studentessa svedese, arrestati un ucraino e un egiziano

Dopo mesi di indagini serrate e capillari, i carabinieri della stazione di Roma San Pietro hanno arrestato due persone che devono rispondere del reato di violenza sessuale di gruppo. I soggetti arrestati sono due camerieri che, la notte tra il 6 e il 7 settembre dell’anno scorso, abusarono sessualmente di una studentessa svedese conosciuta in un locale del centro della Capitale, dopo averla ridotta in uno stato di semi incoscienza a seguito dell’ingestione di droga e alcol. Le persone fermate sono un 23enne ucraino e un 26enne egiziano che agirono in concorso con una terza persona, ora indagata a piede libero, residenti da anni a Roma ed attivi nel settore della ristorazione cittadino. L’ucraino e l’egiziano sono stati tratti in arresto due sere fa su esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare richiesta dal pm Cristiana Macchiusi della procura di Roma.

I fatti
Lo stupro sarebbe avvenuto lo scorso settembre e le indagini sono partite immediatamente dopo la denuncia presentata dalla vittima ai carabinieri il giorno seguente agli abusi. Ai militari la giovane svedese ha raccontato di aver trascorso la serata in giro per diversi locali nel centro della Capitale con alcune amiche, quando ha poi incontrato i tre uomini accusati di violenza; con la scusa di accompagnarla a casa, l’avevano poi seguita nel suo appartamento dove, dopo averle fatto assumere alcol e droga, era stata costretta a subire molteplici rapporti sessuali da due di loro, in uno stato di completa incoscienza e contro la sua volontà. L’altro giovane, indagato a piede libero, non avrebbe partecipato alla violenza, ma si sarebbe limitato a guardare senza fare nulla per fermare gli altri due.



Leggi anche: