Scroll to Top

Romania, strage in discoteca: esplosione durante concerto rock provoca 27 morti

La tragedia si è consumata venerdì sera a causa di un’esplosione di fuochi d’artificio durante un concerto rock. Presenti nel locale notturno almeno 400 persone, di cui 27 sono morte e 180 rimaste ferite. Il bilancio delle vittime è destinato a salire

Romania, strage in discoteca: esplosione durante concerto rock provoca 27 morti

27 morti e 180 feriti. È il bilancio dell’esplosione avvenuta nella discoteca Colectiv di Bucarest, in Romania. La tragedia si è consumata venerdì intorno alle 23 (22 ore italiane) a causa di un’esplosione di fuochi d’artificio utilizzati sul palco del locale, che hanno sviluppato il distruttivo incendio. Nel club notturno, nel centro della capitale romena, erano presenti almeno 400 persone che stavano assistendo ad un concerto rock del gruppo “Goodbye to Gravity”. La band stava proprio presentando venerdì il suo nuovo album “Mantras of war”, accompagnato da uno spettacolo di luci ed effetti pirotecnici. Ma i fuochi d’artificio, utilizzati sul palco, hanno mandato in fiamme un pilastro e il soffitto mandando tutti i presenti nel panico. In pochi minuti il fumo ha invaso l’intera discoteca costringendo i 400 giovani ad andare in massa verso l’uscita. Molti di loro sono però stati calpestati nella calca rimanendo feriti e bloccando il passaggio. 27 persone non ce l’hanno fatta, rimanendo vittime dell’assurda tragedia. I feriti, almeno 180, sono stati invece soccorsi da decine di ambulanze intervenute sul luogo. Tra i ricoverati in gravi condizioni risultano anche il bassista e il cantante del gruppo rock.

Bilancio delle vittime destinato a salire
Sulla scena anche i camion dei pompieri, la polizia locale e il vice ministro dell’Interno, Raed Arafat, che ha subito constatato la gravità della situazione paventando che il bilancio delle vittime è destinato a salire in quanto molti feriti sono stati ricoverati in ospedale con ustioni sul 70% del corpo. «È la peggiore tragedia mai avvenuta a Bucarest», ha commentato. Intanto il governo sta pensando all’eventualità di proclamare una giornata di lutto nazionale.



Leggi anche: