Scroll to Top

Rovigo, donna muore dal dolore dopo aver subìto una truffa pari a 50mila euro

È morta per il dolore Emma Terani, la donna di Rovigo che era stata derubata, insieme al marito, nel maggio scorso da due finti tecnici del gas. Il dolore è stato troppo grande per la perdita di tutti quei oggetti dall’enorme valore affettivo. Tanto forte da causarne il decesso

Rovigo, donna muore dal dolore dopo aver subìto una truffa pari a 50mila euro

Era il maggio scorso quando Emma Terani, 81 anni, insieme al marito era stata derubata nella sua casa a Rovigo da due finti tecnici del gas. Un uomo, con la complicità di altri, aveva fatto credere ai due coniugi che ci fosse un’importante perdita di gas a causa dei lavori momentaneamente presenti nella zona adiacente all’abitazione. Hanno fatto irruzione in casa, mostrando alla signora Terani e al marito, un finto cartellino. I due non hanno avuto un benché minimo dubbio. Spaventati dall’idea che potesse succedere, da un momento all’altro qualcosa di grave, hanno fatto accomodare in casa i finti tecnici. Il truffatore non ha esitato un attimo. Ha spruzzato una sostanza simile al gas e fatto esplodere un petardo nell’abitazione. Ha simulato una vera e propria esplosione da fuga di gas. Approfittando del momento di panico dei due coniugi, l’uomo e i suoi complici, hanno rubato oggetti preziosi, dal valore di circa 50mila euro. Hanno portato via tutto ciò che di prezioso hanno trovato poi sono fuggiti dileguandosi nel nulla.

È morta dopo due mesi in ospedale
Emma Terani, è morta dal dolore nella sua stanza di ospedale. Per lei non erano solo oggetti preziosi e di valore economico ma, avevano un vero e profondo valore affettivo. E così si è lasciata andare. Il figlio non si dà pace. «Questi macellai l’hanno uccisa», ha commentato amaramente e distrutto dal dolore.



Leggi anche: