Scroll to Top

Ryanair, ustionato dall’hostess con tè bollente: 33enne risarcito con 40mila euro

Tre anni fa l’hostess, sbadatamente, gli versò addosso del tè bollente, ustionandolo su cosce, inguine e genitali. Il giovane 33enne ha raccontato che quell’episodio ha interferito con la sua vita privata, così adesso dovrà essere risarcito dalla nota compagnia aerea con ben 28mila sterline per lesioni personali

Ryanair, ustionato dall'hostess con tè bollente: 33enne risarcito con 40mila euro

Un episodio tanto doloroso quanto imbarazzante, che poi si è ripercosso persino sulla sua vita privata. È quello che è successo a Ronald Furlong, un irlandese 33enne che nell’agosto 2012 era su un volo Ryanair partito da Londra con direzione Dublino quando l’hostess gli versò per sbaglio del tè bollente addosso, ustionandolo. Nel dettaglio, quando il giovane chiese all’hostess di essere servito con una tazza di tè, lei per colpa di un movimento sbagliato glielo versò addosso, precisamente su inguine, cosce e genitali. E non solo Ronald si è ritrovato con una dolorosa ustione, ma è stato anche costretto a togliersi i pantaloni nel corridoio dell’aereo. Ora, a tre anni di distanza dall’imbarazzante episodio, la compagnia aerea è stata invitata dall’Irish Circuit Civil Court a risarcire il passeggero ustionato con ben 28mila sterline per lesioni personali. Lesioni, che come ricorda il 33enne irlandese, avrebbero persino interferito con la sua vita privata. Le ustioni a cosce e genitali sono state davvero pesanti e mai Ronald dimenticherà il dolore provato in quel momento, e in secondo luogo, la vergogna di spogliarsi nel corridoio dell’aereo. Davvero imbarazzante! Ma una ‘piccola’ consolazione è arrivata proprio in questi giorni per l’irlandese. Riceverà dalla Ryanair ben 28mila sterline per le lesioni subìte.

Per la Ryanair tutto falso
Ma la nota compagnia aerea, guidata da Michael O’Leary, continua a mantenere una salda linea di difesa sostenendo che Furlong non avrebbe subìto alcun danno da parte del suo personale, e che invece si sarebbe versato da solo il tè bollente addosso. Ma l’Irish Civil Court dà pienamente ragione al giovane e adesso, scuse a parte, la Ryanair dovrà risarcirlo per lesioni personali.



Leggi anche: