Scroll to Top

Skype va in tilt in tutto il mondo, Microsoft: “Blackout parziale, niente panico”

Il servizio di messaggistica istantanea e chiamate Voip di Microsoft non ha mostrato i contatti online per tutta la giornata di ieri, mentre era possibile mandare e ricevere messaggi privati. Tutti gli utenti risultavano “non in linea”

Skype va in tilt in tutto il mondo, Microsoft: "Blackout parziale, niente panico"

Ci sono stati momenti di panico, ieri, in tutto il mondo quando Skype è andato improvvisamente in tilt; il celebre servizio di messaggistica istantanea e di chiamate internazionali a costo zero, appartenente all’azienda Microsoft, ha avuto un blackout improvviso per molte ore. La chat non permetteva l’accesso agli utenti e inoltre, stando ai commenti pubblicati sui social network, il problema ha riguardato la piattaforma in tutto il globo. Skype ha poi provveduto comunicando che il problema aveva riguardato la funzionalità che segnala lo stato in linea degli utenti: non è stato possibile per molte ore capire se un contatto fosse online oppure no, poichè l’icona continuava ad indicare lo stato come “in collegamento”. Microsoft ha avviato le indagini per capire le cause del problema; secondo le prime segnalazioni, è stato anche impossibile effettuare le chiamate Voip, mentre i messaggi delle chat venivano comunque inviati e letti dai destinatari, sebbene continuassero ad apparire “non in linea” ai mittenti. Invece, non hanno funzionato per niente le chat di gruppo. In modo del tutto casuale, poi, Skype visualizzava un popup che segnalava lo stato “in linea” degli utenti, ma l’icona accanto al nome del contatto risultava sempre “non in linea”. Come è sempre avvenuto in casi del genere, Twitter è stato un proliferare di commenti e hashtag: #skypedown è subito diventato il più usato. Durante la durata dell’inconveniente, gli utenti hanno potuto utilizzare Skype For Web, dietro consiglio di Microsoft.



Leggi anche: