Scroll to Top

Texas, detenuti evadono dalla cella per salvare la vita ad un agente

Detenuti evadono dalla cella, distruggendola, per soccorrere la guardia giurata. L’agente colto da malore si è salvato grazie all’intervento tempestivo dei carcerati. È stato colpito da infarto. Trasportato immediatamente in ospedale, adesso sta bene e tornerà a lavoro nei prossimi giorni

Texas, detenuti evadono dalla cella per salvare la vita ad un agente

Il 23 giugno scorso, un gruppo di detenuti, si trovava in una cella del seminterrato del tribunale di Weatherford, in Texas, negli Usa. Erano in attesa del processo. I carcerati, stavano parlando con l’agente che doveva sorvegliarli. Improvvisamente l’uomo si è accasciato e ha perso i sensi. I detenuti, ancora rinchiusi nella cella, non ci hanno pensato due volte, hanno sfondato la porta e hanno lanciato l’allarme prima con la ricetrasmittente dell’agente e poi urlando. «Eravamo preoccupati che sarebbero arrivati con le pistole spianate, tuttavia non mi è mai passato per la mente di non aiutarlo. È un uomo buono», ha raccontato Nick Kelton, uno dei detenuti. Lo sceriffo, precipitatosi immediatamente sul luogo, ha compreso immediatamente la situazione. Ha chiamato subito i soccorsi. L’agente è stato trasportato all’ospedale dove l’equipe medica ha dichiarato che era stato colpito da infarto. L’intervento dei detenuti è stato determinante per salvare la vita all’agente. Probabilmente senza il loro aiuto sarebbe morto. Adesso la guardia carceraria sta bene. Tornerà a lavoro nei prossimi giorni.

I detenuti gli hanno salvato la vita
«Gli hanno salvato la vita, non c’è alcun dubbio, tutti i detenuti erano in manette e non potevano praticare il massaggio cardiaco, ma senza il loro intervento non sappiamo come si sarebbe conclusa la vicenda», ha detto Mark Arnett, dell’ufficio dello sceriffo della contea di Parker. Tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza. E i video sono stati resi pubblici solo dopo un paio di giorni.



Leggi anche: