Scroll to Top

“The boy”, in arrivo il nuovo horror che terrorizza con le bambole: trama e trailer

Il prossimo 25 febbraio arriverà in Italia “The boy”, un nuovo horror al cardiopalma che torna a giocare con uno degli elementi più inquietanti che spesso vengono utilizzati nelle pellicole a tematiche orrifiche: le bambole

"The boy", in arrivo il nuovo horror che terrorizza con le bambole: trama e trailer

Un’altro horror che vi farà sobbalzare dalla poltrona sta per sbarcare nei cinema italiani; si tratta di “The boy”, diretto da William Brent Bell, una pellicola inquietante che, sulla falsariga di “The conjuring” e “Annabelle”, gioca su uno degli elementi che, più di ogni altro, vengono utilizzati nel genere horror per far salire l’ansia allo spettatore: le bambole. Avrà successo? Vi basti sapere che il primo trailer che ha iniziato a circolare on line nell’ottobre 2015 (il film esce il 25 febbraio) ha raccolto in poco tempo ben cinque milioni di visualizzazioni, tutto questo mentre la gente era in fibrillazione per l’imminente uscita di “Star Wars – Il risveglio della Forza”. Quindi se volete andare a sorbirvi un po’ di sana adrenalina, godetevi nell’attesa la trama del film: Greta è una giovane ragazza americana dal passato travagliato, che prova a lasciarsi tutto alle spalle trasferendosi in Inghilterra. Qui, in un piccolo villaggio, accetta di lavorare come baby-sitter per una coppia di anziani benestanti, gli Heelshire, i quali vivono in una remota villa vittoriana e devono partire per una lunga vacanza lasciando da solo il loro figlio Brahms, di 8 anni. All’inizio, Greta pensa addirittura ad uno scherzo: Brahms, infatti, non è un bambino vero, ma una sinistra bambola di porcellana a grandezza naturale perfettamente somigliante a una persona reale. Ma gli Heelshire la trattano come se fosse davvero il loro figlio e le lasciano una lunga lista di regole che Greta dovrà eseguire con precisione, altrimenti potrebbe accadere qualcosa di terribile. Effettivamente, ogni qualvolta Greta, per distrazione o perchè crede che gli Heelshire siano solo una coppia di vecchi suonati, manca in una delle regole succede qualcosa di strano ed inquietante. La ragazza, indagando, scoperchierà un passato che doveva restare nascosto.

L’escamotage horror delle bambole
Da un’ottantina di anni, le bambole, i manichini o i pupazzi sono stati spesso adoperati nella filmografia horror per spaventare il pubblico. Di quanto gli oggetti dell’infanzia possano risultare spaventosi alle persone adulte ha già detto tutto Freud con il suo saggio “Il perturbante”; la loro capacità di inquietare pur restando ferme, ma con quello sguardo fisso che quasi ricorda quello dei cadaveri, è sempre stata un ottimo escamotage al cinema per far urlare lo spettatore. D’altronde, il pubblico non si è mai terrorizzato se una bambola prende vita o è posseduta, ma solo quando essa è sempre immobile eppure dà l’impressione che stia covando qualcosa di orribile. Chi non si è mai spaventato con il clown di “Poltergeist” oppure con la bambola Chucky nel primo, e solo in quello, film della saga “La bambola assassina”? In tempi recenti, ci ha anche pensato Annabelle, l’orrida bambola di “The conjuring”, a turbare il sonno degli spettatori; e sicuramente, sarà anche così con Brahms di “The boy”. Il cast comprende, oltre alla protagonista Lauren Cohan (che proviene dalla serie tv “The walking dead”), Rupert Evans, James Russell, Jim Norton e Diana Hardcastle. Il trailer ufficiale in italiano: The boy, trailer.



Leggi anche: