Scroll to Top

Tragedia a Milano: studente toscano precipita dal sesto piano di un hotel

Un diciassettenne di Cecina (Li) è precipitato giovedì mattina dal sesto piano dell’Hotel Camplus Living Turro, nella zona di Lambrate; era in gita scolastica con la sua classe a Milano per visitare l’Expo. Lo scorso maggio, una tragedia simile si era verificata a Bruzzano

Tragedia a Milano: studente toscano precipita dal sesto piano di un hotel

Ieri mattina, uno studente di diciassette anni, Elia Barbetti, frequentante il liceo statale “Enrico Fermi” di Cecina (Li), è precipitato da una finestra del sesto piano dell’Hotel Camplus Living Turro, dove alloggiava assieme alla sua classe; a ritrovare il cadavere, intorno alle 5, è stato un vigilante dell’agenzia Ivri che ha chiamato immediatamente i carabinieri. Elia è morto sul colpo; per quanto riguarda le cause che hanno portato alla sua caduta dalla finestra, saranno le indagini degli investigatori a farle venire alla luce. Il diciassettenne toscano era giunto a Milano la sera prima insieme ai suoi compagni; la scolaresca, ieri, aveva in programma di visitare l’Expo nel capoluogo lombardo. Secondo i primi rilievi degli inquirenti, la morte del giovane è compatibile con una caduta dalla finestra della stanza posta al sesto piano dell’hotel, dove Elia alloggiava assieme ad altri tre compagni di classe, che al momento della caduta stavano dormendo; tuttavia, il corpo è stato rinvenuto a diversi metri dalla finestra, al di là di una palizzata che separa l’albergo da una ditta, ed ora sarà sottoposto ai rilievi scientifici, mentre gli inquirenti hanno acquisito le riprese delle telecamere di sorveglianza della zona per esaminarle. Anche la stanza è stata perquisita, mentre gli agenti hanno sentito alcuni compagni di classe di Elia. Alla gita scolastica partecipavano tre classi del liceo Fermi.

Qualche mese fa si verificò la tragedia di Lambrate, molto simile nel decesso e nelle modalità della caduta – La tragica morte dello studente di Livorno riporta alla mente quella, molto simile e sempre accaduta nel milanese, di Domenico Maurantonio, 19 anni di Padova, precipitato lo scorso maggio dal quinto piano dell’Hotel Leonardo Da Vinci di Bruzzano, anche lui durante una gita scolastica per l’Expo. Sulla morte ci sono svariate ipotesi, e ancora si attende la chiusura del fascicolo degli accertamenti scientifici. Anche in quell’occasione, i compagni di Domenico non si accorsero di nulla, ma l’ipotesi al momento più valida è che il ragazzo sia precipitato per un incidente, forse dovuto all’abuso di alcol come accertato dai test alcolemici, e non sia stato spinto e neppure si sia suicidato.



Leggi anche: